Bruno Senna è pronto all’esordio al volante della Williams, vettura con la quale il 1° maggio 1994 lo zio Ayrton, sul circuito del Santerno ad Imola, perse la vita durante I primi giri della corsa, alla curva del Tamburello. I nostalgici sicuramente avranno un sussulto a vedere quel nome nuovamente associato alla scuderia di Grove, ma per il brasiliano sicuramente non sarà una stagione semplice.

Comunque i tempi delle parole e dei ricordi sono finiti, è il momento di passare all’azione: “Non vedo proprio l’ora di andare in Australia – ha subito esclamato Senna – Circa un mese dopo l’ultima gara della stagione si freme per tornare a correre, quindi quattro mesi dopo attendo con impazienza di ricominciare. Salire in macchina il prossimo venerdì sarà eccitante, e spero potremo essere competitivi fin dall’inizio”.

Poi Bruno è passato ad un’analisi tecnica: “Conosco il circuito dell’Albert Park, avendoci guidato nel 2010 con l’HRT – ha aggiunto in conclusione – Ho raccolto anche dei successi, avendo vinto tre delle quattro gare di Formula 3 a supporto del Gran Premio d’Australia nel 2006, dunque ho dei ricordi di quel posto. I test pre-stagione sono stati promettenti, ma non si sa mai cosa stia esattamente facendo ognuno. Certamente siamo tutti vicini, quindi sarà molto dura quest’anno”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Bruno Senna è pronto all’esordio al volante della Williams, vettura con la quale il 1° maggio 1994 lo zio Ayrton, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/f1-120312-senna.jpg Bruno Senna attende di cominciare: “Salire in macchina sarà eccitante”