In procinto di disputare il suo secondo Gran Premio in carriera al volante della F60 nel prossimo fine settimana di Spa Francorchamps, il veneto Luca Badoer rischia seriamente di perdere il posto dalla tappa di Monza.  

Oltre all’attuale driver della Force India Giancarlo Fisichella e all’ex pilota della Super Aguri Anthony Davidson, nella nutrita lista di candidati paiono in rialzo le quotazioni di Sebastien Bourdais, appiedato da Toro Rosso all’indomani del Gran Premio di Germania, del leader del campionato GP2 Main Series Nico Hulkenberg e persino del dominatore dell'Euro F.3 Jules Bianchi.  

Nico rappresenterebbe la scelta giusta per la Ferrari – ha spiegato il suo manager Willi Weber – vedremo in che modo si evolverà la situazione nei prossimi giorni”. Va detto che il contratto tra Hulkenberg, terzo pilota della Williams, e la scuderia di Grove, scadrà il prossimo 16 settembre, pertanto in caso di mancato rinnovo i vertici della Ferrari avrebbero gioco facile nell'accaparrarsi i servigi del talentuoso pilota originario di Emmerich.

In contatto con la scuderia di Maranello anche il francese Bourdais: “Dipende tutto dalla Ferrari. Sfortunatamente per me ci sono molti altri candidati al sedile eventualmente lasciato libero da Badoer dopo il Gran Premio del Belgio. Il mio manager Nicolas Todt ha già parlato con i vertici del Cavallino, ma onestamente non credo di potermi ritenere in cima alla lista delle preferenze Ferrari”.

Osservato speciale di Maranello sarebbe anche l'attuale leader del campionato Euro F.3 Jules Bianchi, transalpino dalle indubbie origini italiane, già vincitore dell'Eurocup F.Renault nel 2007 e del Masters di Zolder del 2008. Il giovane pilota nativo di Nizza è inoltre seguito dallo stesso Todt, manager di quel Bourdais il cui approdo nella massima serie per monoposto è maturato soprattutto grazie all'intercessione del figlio dell'ex amministratore delegato della Ferrari.   

Nei confronti di Badoer, autore di una prestazione decisamente sottotono nel week-end di Valencia, si sono intanto sprecate le critiche da parte dei colleghi. “Se mi dovessi trovare a perdere due o tre secondi al giro dai miei avversari – ha spiegato il driver Bmw Robert Kubica – me ne starei a casa in poltrona a vedere le gare in televisione”. Preoccupato per il rendimento del 38enne pilota originario di Montebelluna, il tedesco della Force India Adrian Sutil: “Se anche a Spa i tempi di Badoer non miglioreranno, la sua presenza in pista diventerà un problema per la sicurezza degli altri concorrenti”.  

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

In procinto di disputare il suo secondo Gran Premio in carriera al volante della F60 nel prossimo fine settimana di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/ferrabadoer1.jpg Bourdais e Hulkenberg tra i candidati per rilevare Luca Badoer alla Ferrari