Quella del prossimo 8 maggio potrebbe essere l’ultima edizione del Gran Premio della Turchia. Come già messo in evidenza dagli organizzatori nelle scorse settimane, la richiesta di rinnovare l’accordo da parte di Bernie Ecclestone, ad un cifra attorno ai 26 milioni di euro, risulta troppo esosa per le finanze a disposizione della Società che organizza il Gran Premio.

In effetti anche dalle maggiori autorità turche emergono perplessità a proposito, considerata pure l’assenza di pubblico sulle tribune: “Non è un evento che genera per noi profitti – ha detto laconico Kadir Topbas, sindaco di Istanbul – Abbiamo bisogno di importanti risorse per far in modo che il sistema lavori. Sfortunatamente c’era un problema. Il popolo turco non ha dato il giusto riconoscimento alle gare”.

Tuttavia sarebbe un vero peccato perdere uno dei circuiti più interessanti nel panorama della Formula 1. Lo stesso Ecclestone dunque proverà ancora a risolvere la situazione: “La gara porta un alto numero di spettatori, commercio e pubblicità alla città – ha dichiarato forse in modo esagerato – Sono un po’ dispiaciuto (della decisione della Turchia di lasciare il Circus, ndr) e spero possiamo trovare un accordo”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Quella del prossimo 8 maggio potrebbe essere l’ultima edizione del Gran Premio della Turchia. Come già messo in evidenza dagli […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-2704-ecclestone-turchia.jpg Bernie Ecclestone spera di trovare un accordo futuro per la Turchia