Pollice all’insù per Valencia, il più importante di tutta la Formula 1: quello di Bernie Ecclestone. L’edizione 2010 del Gran Premio d’Europa è stata un vero successo in termini di pubblico, a cui ha senza dubbio giovato lo spostamento nel calendario da agosto a giugno. Nella giornata di domenica erano ben 83 mila gli spettatori in pista, a fronte di soli 75 mila posti disponibili.

“Sono molto contento e orgoglioso per quanto riguarda questa gara”, ha commentato il boss della FOM all’agenzia di stampa EFE. “Ci sentiamo già a casa qui. Un giornalista è venuto da me per dirmi che abbiamo trovato una seconda Montecarlo. In due anni qui è stato messo in piedi un bellissimo evento, laddove, da altre parte, ne servono 20…”.

Gli organizzatori spagnoli sono comunque tutt’altro che intenzionati a riposarsi sugli allori, tanto che per la prossima stagione sono già previsti alcuni cambiamenti al disegno del tracciato che si snoda attorno al porto cittadino. L’obiettivo sarà quello di favorire i sorpassi, dal 2008 a oggi decisamente poco numerosi in questo appuntamento. “Questa è la nostra idea, ascolteremo il parere di tutti i piloti”, ha commentato Jorge Martinez Aspar, presidente della Valmor, la società che gestisce l’evento.

Martinez, ex centauro del Motomondiale e proprietario dell’Aspar Team che compete in 125, Moto2 e MotoGP, ha aggiunto: “Stiamo valutando una serie di piccole modifiche in alcune zone della pista, tre in particolare. Vogliamo capire se possano innalzare il livello di spettacolo”.

Senza perdere tempo, gli emissari della Valmor parleranno con i concorrenti del Circus già la prossima settimana a Silverstone, in occasione del prossimo round iridato.


Stop&Go Communcation

Pollice all’insù per Valencia, il più importante di tutta la Formula 1: quello di Bernie Ecclestone. L’edizione 2010 del Gran […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-010710-031.jpg Bernie Ecclestone “orgoglioso” della gara di Valencia. Gli organizzatori già al lavoro per favorire i sorpassi nel 2011