Bernie Ecclestone pensa che “uno o due” team possano decidere di lasciare la Formula 1 addirittura prima di fine stagione, a causa delle rispettive situazioni economiche piuttosto delicate. “Non ne sarei sorpreso. Ci sono un paio di squadre che davvero non dovrebbero essere qui, che al momento non sono all’altezza del Mondiale”, si legge in una intervista concessa al quotidiano Daily Telegraph.

La griglia di quest’anno, che conta 24 monoposto, è la più corposa dal 1995. Per il 2011 si potrebbe addirittura arrivare a toccare quota 26 se la FIA dovesse accettare la candidatura di una delle nuove candidate in corsa, come Epsilon Euskadi, Villeneuve Racing, Cypher Group o Stefan GP. Per Ecclestone non è comunque una condizione indispensabile: secondo il padre-padrone del Circus non sarebbe nemmeno un problema se si tornasse ad un elenco di 20 vetture iscritte.

Le sue parole sembrano comunque un chiaro riferimento alle debuttanti Virgin e Hispania, mentre “Mister E” ha speso parole di elogio per la Lotus. “È un bel nome, non voglio perderlo. Ma in generale quest’anno c’è del fastidio perché costa del denaro mantenere queste formazioni in difficoltà. La verità è che queste scuderie fanno gara a sé e non penso che, se dovessero abbandonare, il pubblico si ridurrà, le televisioni si spegneranno o i giornali smetterrano di scrivere…”.

“Tutto ciò che vogliamo sono 10 compagini forti”.


Stop&Go Communcation

Bernie Ecclestone pensa che “uno o due” team possano decidere di lasciare la Formula 1 addirittura prima di fine stagione, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-280710-011.jpg Bernie Ecclestone mette in guardia: “Due squadre potrebbero lasciare prima di fine stagione”