Determinato a perseguire l’obiettivo di diventare il nuovo presidente della Federazione Internazionale al posto di Max Mosley nelle elezioni del prossimo ottobre, Ari Vatanen non sembra particolarmente preoccupato dai sondaggi ufficiosi che pongono in netto vantaggio il rivale Jean Todt.  

La squadra con cui il 57enne ex campione del mondo Rally affronterà la campagna elettorale verrà quasi sicuramente presentata entro il fine settimana, ma già si è appreso che nelle fila della lista capitanata da Vatanen dovrebbe comparire il gran capo dell’ADAC Hermann Tomczyk.  

Attualmente impegnato in Sud America, Vatanen ha dichiarato di non inseguire lo scontro a tutti i costi con Todt, e di essere stato male interpretato in riferimento alla politica adottata da Mosley, a quanto pare intenzionato a supportare la candidatura dell’ex amministratore delegato della scuderia Ferrari.

Non sto combattendo contro Jean, né contro nessun altro – ha sentenziato l’ex europarlamentare – semplicemente sento di avere delle aspirazioni, che desidero incanalare contribuendo ad un nuovo inizio per la FIA. Non ho mai parlato male di Todt o dell’attuale presidente Mosley, in trent’anni di vita pubblica posso dire di non avere mai attaccato apertamente un mio avversario. Tutti possono commettere degli errori, ma per quanto riguarda le parole che mi sono state attribuite sui presunti favoritismi di Mosley nei confronti di Todt, la stampa ha pensato bene di riportare le mie dichiarazioni fuori dal contesto in cui le avevo rilasciate. Da parte mia non c’è mai stata la volontà di cercare lo scontro con Max o Jean”. 

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Determinato a perseguire l’obiettivo di diventare il nuovo presidente della Federazione Internazionale al posto di Max Mosley nelle elezioni del […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/arivata.jpg Ari Vatanen presenterà nei prossimi giorni la sua lista per l’assalto alla presidenza FIA