L’esperimento della doppia zona nella quale sarà possibile utilizzare il DRS, ovvero l’ala mobile posteriore, non verrà proposta solamente in Canada, ma sarà replicata pure sulla pista di Valencia. Il tracciato spagnolo, ricavato nella zona del porto della città, è cittadino e dunque con caratteristiche simili a quelle di Monaco, laddove storicamente è difficile superare.

La conferma è giunta direttamente da Jorge Martinez Aspar, il capo organizzatore del Gran Premio d’Europa: “Speriamo che sia un grande spettacolo – ha esordito coi media spagnoli – Abbiamo un contratto sino al 2014, con l’opzione di poter rinnovare per ulteriori cinque anni fino al 2019, e crediamo che saremo in grado di raggiungere quella scadenza”.

Carlos Garcia, presidente della Federazione Motoristica Spagnola, sottolinea invece come il Gp a Valencia e quello a Barcellona siano troppo vicini: “Le due gare spagnole hanno contratto in vigore e so che sono in corso i pagamenti e vogliono adempiere ai rispettivi accordi – ha detto alla stampa – Dovremmo cambiare le date in modo tale che non siano così vicine in calendario, ma comunque due corse in Spagna possono coesistere perfettamente”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

L’esperimento della doppia zona nella quale sarà possibile utilizzare il DRS, ovvero l’ala mobile posteriore, non verrà proposta solamente in […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-080611-valencia.jpg Anche a Valencia sarà possibile utilizzare il DRS in due punti diversi