Fernando Alonso è stato certamente l’indiscusso protagonista della giornata odierna del Wrooom 2012 a Madonna di Campiglio. Lo spagnolo si è concesso alle domande dei giornalisti svariando su argomenti di ogni genere inerenti la Formula 1. Dopo aver parlato dei rivali, lo spagnolo ha poi trattato lo spinoso problema dei test ed ha parlato del clima che si vive dentro il team.

Il lavoro al simulatore aiuta, ma ad Alonso manca il riscontro in pista fuori dai weekend di gara: “Si tratta di uno strumento importante (il simulatore, ndr) ma rappresenta più che altro un modo per assimilare alcuni meccanismi – ha detto – Quanto una nuova soluzione tecnica possa dare in termini di prestazione rimane un punto interrogativo dopo averla provata soltanto al simulatore. La Formula 1 è uno dei pochissimi sport in cui è vietato allenarsi: non si chiede a un calciatore o a un tennista di rimanere fermi fra una partita e l’altra o due mesi prima di un grande torneo. Andare in kart aiuta perché è l’attività più simile a guidare una monoposto ma è come dire a Leo Messi di allenarsi con una pallina da tennis o a Rafa Nadal di giocare con una racchetta da ping-pong. Noi andiamo in kart perché non ci sono alternative”.

Poi, come al solito, ha sostenuto tutto il gruppo: “Ho sempre difeso il team perché quando si attraversa un momento di difficoltà, com’è avvenuto lo scorso anno, non serve a niente prendersela fra noi – ha spiegato – Abbiamo fatto alcuni cambiamenti importanti ma sapevamo che recuperare il terreno perduto non sarebbe stato né facile né veloce. Con la squadra e con Stefano Domenicali ho sempre avuto un rapporto molto sincero, sin dal primissimo giorno. Quando si è trattato di cominciare a discutere di un prolungamento del contratto eravamo soddisfatti di come stavano andando le cose fra di noi ed è stato naturale rinnovarlo per molti anni”.

Dunque il 2011 vissuto da Fernando è stato molto simile a quello vissuto da un altro campione, Valentino Rossi: “È vero, sia per me che per lui quello scorso non è stato un grande Campionato, anche se le abbiamo provate tutte per raddrizzare la situazione – ha aggiunto in conclusione – Dobbiamo lavorare, migliorarci e avere a disposizione un mezzo migliore e sia la Ferrari che la Ducati stanno lavorando duramente per questo: spero davvero che il 2012 possa andare meglio per entrambi”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Fernando Alonso è stato certamente l’indiscusso protagonista della giornata odierna del Wrooom 2012 a Madonna di Campiglio. Lo spagnolo si […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/02/f1-120112-alonso.jpg Alonso polemico: “La Formula 1 è uno dei pochi sport senza test”