Incoraggiata dall’ottimo potenziale espresso a Montecarlo e Montreal, dove sono state probabilmente le circostanze a negare un risultato ben più favorevole, la Ferrari sarebbe intenzionata a prendere ulteriore tempo prima di decidere se fermare o meno lo sviluppo della 150° Italia.

Il termine fissato in un primo momento era quello della gara di Silverstone, in programma l’11 luglio; adesso sembra si aspetterà fino al round di Budapest, previsto alla fine del prossimo mese, prima della pausa estiva.

Il capo progettista Nikolas Tombazis, alla vigilia dell’imminente week-end di Valencia (altro circuito che dovrebbe adattarsi alle caratteristiche della Rossa), ha commentato: “Abbiamo fatto tanti progressi negli ultimi mesi e credo che si sia visto nelle ultime gare. Speriamo che questo trend continui. Il risultato delle prossime gare ci farà capire se saremo ancora in grado di lottare per il Mondiale, anche se siamo già molto indietro in termini di punti”.

“In Inghilterra avremo un nuovo pacchetto aerodinamico che dovrebbe migliorare il comportamento della vettura. Spero che ciò ci permetta di poter lottare per la vittoria ma lo scopriremo solamente quando saremo lì”, ha aggiunto l’ingegnere greco. In terra spagnola sarà inoltre riproposta la sospensione posteriore ridisegnata, già collaudata da Fernando Alonso nelle libere in Canada.

“In tutto il mondo ci sono dei tifosi della Ferrari che sono delusi perché non siamo in testa al campionato e non vinciamo delle gare. Abbiamo una grande voglia di rimediare, anche perché tutte le persone che lavorano a Maranello sono altrettanto dispiaciute perché non riusciamo a vincere”.


Stop&Go Communcation

Incoraggiata dall’ottimo potenziale espresso a Montecarlo e Montreal, dove sono state probabilmente le circostanze a negare un risultato ben più […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-220611-01.jpg A fine luglio la Ferrari deciderà se proseguire lo sviluppo della 150° Italia