Il fatidico salto dal mondo del karting a quello dell’automobilismo rappresenta sempre un passaggio “iniziatico” nella carriera di un corridore. Il budget è necessario, ma non basta: serve anche saper scegliere l’opportunità più adatta per cominciare la scalata che può condurre verso la F1.

Per Thomas Jager lo step decisivo è avvenuto alla vigilia di questa stagione, con l’approdo nell’universo della F.Renault 2.0, dividendosi tra la più prestigiosa Eurocup e la neonata serie Alps a matrice italo-svizzera.

Il 16enne austriaco, intervistato ai microfoni di Stop&Go, ci ha raccontato l’inizio di questo cammino proprio prima del suo week-end di casa a Zeltweg, dove si cimenterà tra le fila del team Epic Racing dopo l’esordio con la Interwetten.

Questo è il tuo primo anno in monoposto dopo la gavetta nel karting. Quando hai capito che era il momento giusto per compiere il salto?
“Ho deciso di passare alle auto il prima possibile, non appena ho avuto l’età sufficiente per ottenere la licenza. Credo che sia un aspetto molto significativo”.

Per quale hai motivo hai scelto la Formula Renault per cominciare la tua avventura, e quali sono le tue impressioni fino a questo momento?
“Ho optato per questa categoria perché ritengo che sia la più impegnativa per entrare nell’ambito delle formule. È una mossa di notevole importanza per me, qui posso imparare tanto”.

Qual è il tuo obiettivo per questa stagione?
“Senza dubbio ho l’intenzione di vincere delle gare: credo che sia così per qualsiasi pilota, e siamo già riusciti a ottenere un podio (nel campionato Alps, ndr). In ogni caso per adesso cerco innanzitutto di accumulare la maggiore esperienza possibile in Eurocup, sperando sul finale di campionato di poter viaggiare nelle primissime posizioni!”.

Puoi descrivere la tua prima gara del 2011?
“Il mio debutto è avvenuto a Monza nell’Alps: è andata decisamente bene, visto che ho concluso terzo in Gara 1. Nella Eurocup tutto invece è ben più difficile. Ci sono 40 concorrenti al via e la maggioranza di loro ha già esperienza a questo livello. Da rookie è davvero dura battagliare contro questi avversari, ma passo dopo passo stiamo crescendo e mi sto divertendo”.

Il prossimo appuntamento dell’Eurocup sarà al Nurburgring: raccontaci le tue aspettative.
“Spero di poter raccogliere i miei primi punti. Nel frattempo possiamo compiere un grande balzo in avanti affrontando il week-end di Zeltweg per l’Alps”.

Stai già programmando il tuo 2012?
“Per il momento è ancora abbastanza lontano, penso solo al presente. Probabilmente ripeterò la F.Renault, ma non escluderei l’ipotesi di un approdo in America”.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Il fatidico salto dal mondo del karting a quello dell’automobilismo rappresenta sempre un passaggio “iniziatico” nella carriera di un corridore. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/frenault-090611-01.jpg Eurocup – Thomas Jager a Stop&Go: “Sto crescendo passo dopo passo”