Se fosse un ciclista, potremmo dire che Robin Frijns si è alzato sui pedali per tentare la fuga in classifica nella Formula Renault 2.0 Eurocup. Ma l’olandese, in Gara 1 di oggi a Silverstone, il successo l’ha conquistato idealmente su un traguardo posto al termine di una faticosa salita, consapevole del valore di questo risultato.

Per la terza volta consecutiva il pilota del Josef Kaufmann Racing si impone nella manche del sabato pomeriggio, portandosi a 161 lunghezze e approfittando della disfatta del rivale Carlos Sainz Jr, al quale ha subito strappato la vetta della corsa in occasione della partenza.

Da quel momento Frijns non ha più ceduto il comando: dapprima ha duellato con lo spagnolo, poi ha dovuto tenere a bada un gruppone scatenato alle sue spalle nelle fasi finali, compattato dall’arrivo di qualche insidiosa goccia di pioggia e della safety-car intervenuta dopo il crash di Henrique Martins all’uscita dell’ultima curva, al giro 7.

E Sainz? Il driver Red Bull è precipitato nelle retrovie in seguito a un drive-trough inflittogli dai commissari per aver infranto insieme alla sua squadra l’articolo 31.3 del regolamento, relativo alla procedura prima del via. Dopo qualche sorpasso, l’iberico ha approfittato della neutralizzazione per tentare la carta delle gomme rain, non avendo ormai più nulla da perdere. La mossa comunque non ha pagato: la pioggia, dopo uno scroscio intenso, si è calmata e il figlio d’arte madrileno ha chiuso in una desolante 27° piazza, perdendo 25 punti pieni dal rivale Frijns.

Il corridore dei Paesi Bassi dopo il restart ha rischiato il sorpasso dell’idolo di casa Will Stevens, ma ha saputo resistere; anzi, proprio il britannico a poche curve dal traguardo è stato beffato da Alex Riberas (2°), accontentandosi così del terzo posto.

A sfiorare il podio Stoffel Vandoorne (4°), seguito da Paul-Loup Chatin, Timmy Hansen, Oscar Tunjo e Daniil Kvyat, che nel convulso epilogo è riuscito a recuperare qualcosina. Significativo che il russo, 8°, sia giunto ad appena 3″ dal leader. In zona punti anche Jaminet e McKee.

L’asfalto “infido” ha dato vita sin dall’inizio ad alcuni episodi da highlights. Javier Tarancon si è ritrovato speronato in apertura, Bryant-Meisner ha dovuto cambiare il musetto, e anche i fratelli Ghirelli non sono stati esenti da qualche peripezia: Vittorio è incappato in una escursione nella ghiaia, Edolo è giunto dinanzi alla bandiera a scacchi con l’alettone danneggiato. Ko per problemi tecnici Le Roux, Nato, Mavlanov e Lynn.

Nota di colore: ai box della Fortec si è visto Mark Webber. Si sarà divertito?

Classifica

01. Robin Frijns – Josef Kaufmann Racing – 13 Giri
02. Alex Riberas – Epic Racing – +0.772
03. Will Stevens – Fortec Motorsport – +1.091
04. Stoffel Vandoorne – KTR – +1.390
05. Paul Loup Chatin – Tech 1 Racing – +2.009
06. Timmy Hansen – Interwetten Junior Team – +2.341
07. Oscar Andres Tunjo – Josef Kaufmann Racing – +2.821
08. Daniil Kvyat – Koiranen Motorsport – +2.999
09. Mathieu Jaminet – Josef Kaufmann Racing – +3.922
10. Melville Mckee – ARTA Engineering – +4.405
11. Karl Oscar Liiv – MP Motorsport – +4.721
12. Miki Weckstrom – Tech 1 Racing – +4.972
13. Mitchell Gilbert – Fortec Motorsport – +6.411
14. Javier Tarancon – Tech 1 Racing – +7.072
15. Felix Serralles – Fortec Motorsport – +7.799
16. Dennis Van De Laar – Van Amersfoort Racing – +9.988
17. Vittorio Ghirelli – One Racing – +10.352
18. Come Ledogar – R-Ace Grand Prix – +11.913
19. Sandy Stuvik – Interwetten Junior Team – +12.020
20. Ed Jones – Fortec Motorsport – +12.552
21. Meindert Van Buuren – KTR – +17.226
22. Gustavo Menezes – Interwetten Junior Team – +17.697
23. Ronnie Lundstromer – KEO Racing – +18.051
24. Alexei Chucklin – MP Motorsport – +18.172
25. Richard Gonda – Krenek Motorsport – +20.943
26. Hans Villemi – Koiranen Motorsport – +29.107
27. Carlos Sainz – Koiranen Motorsport – +49.322
28. Johannes Moor – MP Motorsport – +1:07.271
29. John Bryant Meisner – Koiranen Motorsport – a 1 giro
30. Edolo Ghirelli – One Racing – a 1 giro

Ritirati

31. Yann Zimmer – ARTA Engineering – 7 giri
32. Henrique Martins – Cram Competition – 7 giri
33. Alex Lynn – Fortec Motorsport – 3 giri
34. Pieter Schothorst – R-Ace Grand Prix – 3 giri
35. Roman Mavlanov – Boetti Racing Team – 3 giri
36. Norman Nato – R-Ace Grand Prix – 2 giri
37. Florian Le Roux – Epic Racing – 0 giri
38. Denis Nagulin – Cram Competition – 0 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Se fosse un ciclista, potremmo dire che Robin Frijns si è alzato sui pedali per tentare la fuga in classifica […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/frenault-200811-02.jpg Eurocup – Silverstone, Gara 1: Gioia Frijns, delusione Sainz