È una vittoria pesantissima quella di Oliver Rowland in Gara 2 al Moscow Raceway: il britannico vola in testa alla classifica generale scavalcando Pierre Gasly, fuori gioco dopo poche battute per un lieve contatto avvenuto proprio con il portacolori della Manor MP Motorsport.

Una partenza non perfetta del poleman Esteban Ocon ha infatti aperto la strada a Gasly e Rowland, che si sono contesi la testa nelle prime curve. Una toccata, messa sotto investigazione dai commissari, ha mandato in testacoda il francese, sfilato dal plotone di avversari alle spalle. Non ha però potuto schivare la vettura ferma in mezzo al tracciato l’incolpevole Denis Korneev, e l’incidente ha messo entrambi ko.

Dopo una breve fase di safety-car, Rowland ha dovuto quindi gestire la pressione di Ocon, che fino alla fine gli è rimasto vicino, senza però attaccarlo.

Sotto la bandiera a scacchi, a separarli, solo 173 millesimi: Rowland ha potuto festeggiare il secondo successo stagionale (dopo Gara 1 a Spa), che gli permette di salire a quota 84 punti in campionato, 6 in più di Gasly.

Sul podio, per la prima volta in carriera, anche il nostro Ignazio D’Agosto: il pugliese della KTR è stato bravo a tenere a bada Oscar Tunjo (4°) e Jake Dennis (5°), conquistando la terza piazza.

Sesta posizione per Mikko Pakari, davanti al russo Egor Orudzhev e ai due portacolori della Prema, Bruno Bonifacio e Luca Ghiotto. In top 10, infine, Ed Jones.

A secco anche Matthieu Vaxiviere (12°), Steijn Schothorst (14°) e Nyck De Vries (16°).

Classifica

  1. Oliver Rowland – Manor MP Motorsport – 17 giri
  2. Esteban Ocon – ART Junior Team – +0.173
  3. Ignazio D’Agosto – KTR – +6.801
  4. Oscar Tunjo – Josef Kaufmann Racing – +7.499
  5. Jake Dennis – Fortec Motorsports – +8.111
  6. Mikko Pakari – Fortec Motorsports – +8.658
  7. Egor Orudzhev – Tech 1 Racing – +9.607
  8. Bruno Bonifacio – Prema Powerteam – +10.475
  9. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – +11.692
  10. Ed Jones – Fortec Motorsports – +12.854
  11. Alexander Albon – KTR – +15.453
  12. Matthieu Vaxiviere – Tech 1 Racing – +16.494
  13. Alex Baron – ART Junior Team – +17.006
  14. Steijn Schothorst – Josef Kaufmann Racing – +17.749
  15. Andrea Pizzitola – ART Junior Team – +18.297
  16. Nyck De Vries – Koiranen GP – +18.612
  17. Victor Franzoni – Koiranen GP – +20.436
  18. William Vermont – ARTA Engineering – +21.002
  19. Gustav Malja – Josef Kaufmann Racing – +22.686
  20. Guilherme Silva – Koiranen GP – +23.806
  21. Benjamin Bailly – RC Formula – +25.276
  22. Konstantin Tereshchenk – Interwetten Racing – +26.017
  23. Hans Villemi – Atech Reid – +26.842
  24. Kevin Joerg – Jenzer Motorsport – +29.772
  25. Aurelien Panis – RC Formula – +30.907
  26. Simon Tirman – ARTA Engineering – +31.402
  27. Javier Merlo – Manor MP Motorsport – +34.087
  28. Yu Kanamaru – KTR – +34.625
  29. Roman Mavlanov – RC Formula – +36.404
  30. Aleksander Bosak – Atech Reid – +57.460
  31. Jack Aitken – Manor MP Motorsport – a 1 giro
  32. Leo Roussel – ARTA Engineering – a 2 giri

Ritirati

  • Levin Amweg – Jenzer Motorsport – 8 giri
  • Denis Korneev – Jenzer Motorsport – 1 giro
  • Pierre Gasly – Tech 1 Racing – 0 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

È una vittoria pesantissima quella di Oliver Rowland in Gara 2 al Moscow Raceway: il britannico vola in testa alla classifica generale.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/06/formularenault-rowland-moscow-230613-02.jpg Eurocup – Moscow Raceway, Gara 2: Rowland vince, primo in campionato