Nonostante vari arrivi a punti che l’avevano del resto collocato sul podio virtuale del campionato, Luciano Bacheta non aveva ancora colto un successo in Formula Renault 2.0 Eurocup. Alla sua terza stagione nella serie il pilota inglese ha rotto oggi il ghiaccio conquistando Gara 2 a Budapest. Fondamentale è stata ancora la partenza: Bacheta, secondo in griglia, ha beffato il poleman Aaro Vainio, come ieri autore di un avvio poco felice, tanto da essere scavalcato pure da Arthur Pic.

Praticamente subito è però dovuta intervenire la safety-car, per ripulire il tracciato dopo lo spettacolare incidente che ha visto protagonista Adam Kout, addirittura ribaltatosi a causa del contatto con Miki Weckstrom, penalizzato poi di 25″. Fortunatamente il ceco non ha patito alcuna conseguenza fisica. Al restart nessun cambiamento di posizioni al vertice: Bacheta ha poi progressivamente preso margine su Pic, costretto invece a contenere la minaccia di Vainio. Nel finale, tuttavia, è stato il francese a ricucire il gap nei confronti del britannico, ma era decisamente troppo tardi per l’aggancio.

Bacheta davanti a tutti al traguardo quindi, con Pic in piazza d’onore a completare la top three lo stesso Vainio. Alle loro spalle, altra ottima corsa per la wild card Will Stevens (4°), davanti all’olandese Bart Hylkema e a Kevin Korjus, in una accesissima bagarre che ha coinvolto pure Olive e Stockinger. L’estone vede così ridursi ancora il proprio vantaggio in classifica generale: l’alfiere del team Korainen ora è a 99 punti, contro gli 89 di Pic e i 79 di Bacheta.

Notevole prestazione per il corridore di casa Tamas Pal Kiss, attualmente al comando della F.Renault UK. L’ungherese, 26esimo in griglia (ieri in qualifica aveva patito un problema elettrico) è risalito fino al decimo posto, artigliando così l’ultima casella disponibile in zona punti. Ne ha fatto così idealmente le spese Giovanni Venturini, 11° con appena sei decimi di ritardo.

Prossimo appuntamento fra due mesi (il 4/5 settembre) sul tracciato tedesco di Hockenheim.

Classifica

01. Luciano Bacheta – Interwetten – 15 giri
02. Arthur Pic – Tech 1 Racing – +0.697
03. Aaro Vainio – Tech 1 Racing – +1.874
04. Will Stevens – Manor Competition – +4.327
05. Bart Hylkema – Koiranen Bros Motorsport – +6.026
06. Kevin Korjus – Koiranen Bros Motorsport – +6.868
07. Miki Weckstrom – Koiranen Bros Motorsport – +7.952
08. Genís Olivé – Epsilon Euskadi – +8.584
09. Marlon Stockinger – Atech Grand Prix – +8.887
10. Pal Kiss – Atech Grand Prix – +9.421
11. Giovanni Venturini – Epsilon Euskadi – +10.072
12. Nick Yelloly – Atech Grand Prix – +10.585
13. Miguel Otegui – Epsilon Euskadi – +11.098
14. Alex Riberas – Epsilon Euskadi – +11.596
15. Sandro Lukovic – Interwetten – +14.168
16. Daniel De Jong – MP Motorsport – +15.027
17. Rio Haryanto – Team Firstair – +20.541
18. Henrique Martins – Cram Competition – +21.551
19. André Negrao – Cram Competition – +23.052
20. Jukka Honkavuori – Koiranen Bros Motorsport – +31.698
21. Ivan Lukashevich – Team Firstair – +32.319
22. Jakub Knoll – Krenek Motorsport – +32.654
23. Kalle Kulmanen – MP Motorsport – +33.381
24. Brice Bosi – Boetti Racing Team – +45.400
25. Karl Oscar Liiv – MP Motorsport – +1:04.389

Ritirati

26. Hugo Valente – Tech 1 Racing – 12 giri
27. Adam Kout – Krenek Motorsport – 0 giri

In campionato

01. Korjus 99 punti; 02. Pic 89; 03. Bacheta 79; 04. Vainio 43; 05. Olive 40; 06. Venturini 39; 07. Honkavuori 29; 08. Hylkema 29; 09. Kout 27; 10. Riberas 25


Stop&Go Communcation

Nonostante vari arrivi a punti che l’avevano del resto collocato sul podio virtuale del campionato, Luciano Bacheta non aveva ancora […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/frenault-040710-011.jpg Eurocup – Budapest – Gara 2: Luciano Bacheta ottiene il suo primo centro. Pic 2°, si assottiglia il vantaggio di Korjus (6°)