Stefano Comini in gara 1, Alessandro Kouzkin in gara 2. I due alfieri di CO2 e Cram si sono dunque spartiti la posta brianzola, teatro dell'ultimo round della Formula Renault 2.0 svizzera. Un fine settimana intenso che ha però incoronato ancora il Jenzer Motorsport nella lotta al titolo (come la scorsa stagione) con la palma di nuovo campione elvetico di Christopher Zanella e quella di vice campione di Simon Trummer.

Ma andando alle gare, e rimanendo in "zona Trummer", vi sveliamo un curioso e simpatico siparietto "registrato" nel pre-griglia della prima corsa del sabato, che ha visto emergere con stupefacente cattiveria Comini, capace di andare a vincere alla sua seconda presenza nella serie, scattando dalla nona posizione della griglia, grazie soprattutto ad un fantastico start che lo ha visto transitare in quarta posizione nella seconda tornata. Il siparietto? Il poleman Trummer chiede al connazionale del cantone italiano come mai partisse così dietro, e Comini, affatto imbarazzato, a rispondere in modo chiaro, conciso ed eloquente all’amico/rivale (e in lingua tedesca) con quattro semplici parole: "Simon, das ist meine Start-und Landebahn!", ovvero: "Simon, questa è la mia pista!" … Del risultato abbiamo poi già detto, con Comini a vincere sul poker tutto Jenzer (Trummer, Zanella, Thuner, Muller) dopo la penalizzazione di 25" al terzo classificato Yair Godinez. Il messicano comunque, penalizzazioni o no, sta dimostrando di poter stare sempre lì davanti.

Quanto a gara 2, ultima corsa del campionato, ha il merito di sancire l’incoronazione di Zanella, giunto terzo sul traguardo alle spalle del poleman Trummer e di un fantastico Alessandro Kouzkin. Il pilota italo-russo, scattato quarto sulla griglia di partenza, si rende autore di un avvio sprint completato da una battaglia vittoriosa proprio con Trummer, e risolta in volata. Kouzkin aggiunge così un’altra bella "tacca" sulla sua cinta 2008; un secondo centro che avvalora ulteriormente le doti di questo quindicenne rookie d’oro, da preservare in ottica futura. Kouzkin, alias Intrepid Driver Program, è riuscito a regalare e regalarsi una eccellente stagione d’esordio nella Formula Renault 2.0 (italiana compresa, leggi podio di Misano Adriatico). Gongolano ovviamente patron Sguerzoni e patron Rosei, cioè Intrepid e Cram, un connubio senza ombra di dubbio riuscito e vincente, al primissimo anno di "matrimonio".

Per la cronaca, a ridosso dei due podi trovano spazio Olive, Cola e Comini in gara 2; Thuner, Muller e ancora Olive nella prima "manche". Una ultima riflessione su questa serie che, nonostante i bassi costi di gestione (costa la metà dell’Italiano!), è riuscita ad allestire un campionato doc e capace di schierare mediamente in griglia non meno di 25 monoposto su circuiti sempre d’alto rango, quali Hockenheim, Spa-Francorchamps, Magny Cours, Monza e Most. E per la prossima stagione, secondo le nostre attendibili fonti d’informazione, pare possa esserci un ulteriore step che impreziosisca maggiormente il campionato, in linea con le frequenti e sempre più numerose richieste d’ingresso di nuovi team.

Nella foto, Alessandro Kouzkin (Intrepid Driver Program by Cram) e Stefano Comini (CO2-CRG Project)

Michele Benso


Stop&Go Communcation

Stefano Comini in gara 1, Alessandro Kouzkin in gara 2. I due alfieri di CO2 e Cram si sono dunque […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/comini_kouz.jpg CH – Monza: Zanella e Jenzer campioni, ma i veri big in Brianza sono Kouzkin e Comini