Sarà il veneto Simone Romagna il primo pilota italiano impegnato nel Mondiale Rallycross.

Il campione in carica del Raceday Ronde Terra farà il suo esordio fra una settimana, a Lohéac, nella ottava tappa della serie iridata: Romagna disputerà la gara bretone, oltre a quelle in Germania e Franciacorta, al volante della seconda Citroen DS3 del team PSRX.

Più che guardare le spalle a Petter Solberg nella sua corsa al titolo (il norvegese è leader iridato), Simone affronterà le tre prove del Mondiale con la sola intenzione di maturare esperienza in vista di un eventuale impegno a tempo pieno nel Mondiale 2015.

Romagna troverà probabilmente qualche altro connazionale con il quale confrontarsi nella tappa italiana di fine settembre, ma al momento continuano a circolare solo voci sui possibili piloti italiani impegnati a Franciacorta. L’unica certezza resta dunque la presenza di Davide Medici nell’Europeo S1600, con la Renault Clio del team Tedak, nelle gare di Lohéac e Franciacorta.

Intanto, IMG ha ufficializzato che nel 2015 il Mondiale non tornerà in Finlandia: l’ingresso della gara a Montmelò e la volontà di non aumentare il numero di gare in programma ha portato a questa decisione, ma non è da escludere che il World RX torni nella patria dei rally – dove la specialità conta su un seguito massiccio – già fra due anni, magari però non più a Kouvola. L’anno prossimo, poi, l’Europeo S1600 e Touring Car si disputerà su un numero minore di gare (nel 2014 sono nove) per permettere a team e piloti di contenere i costi.

Paolo Bellodi

Twitter: @paolobellodi


Stop&Go Communcation

Sarà il veneto Simone Romagna il primo pilota italiano impegnato nel Mondiale Rallycross. Il campione in carica del Raceday Ronde […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/08/romagna_azione_raceday_2013_14.jpg Simone Romagna il primo italiano nel Mondiale: esordio in Francia