Non poteva iniziare in modo migliore il 2017 dell’Euroformula Open per RP Motorsport, che in Portogallo ha vinto entrambe le gare.

Ad Estoril la compagine di Fabio Pampado e Niki Rocca ha confermato il grande potenziale, divenuto ormai un marchio di fabbrica delle ‘Silver Arrows’, mostrato già nella Winter Season. Sin dalle prime libere, infatti, il trio formato da Harrison Scott, Lodovico Laurini e dalla new entry Alex Karkosik, ha brillato portando agli ingegneri una grande quantità di dati funzionali alla preparazione degli assetti e delle strategie.

Al sabato Scott ha sferrato l’attacco decisivo agli avversari, ottenendo la pole position e la vittoria in Gara 1. Buoni risvolti anche per Laurini e Karkosik, con il primo che è arrivato a ridosso del podio nella classifica riservata ai rookies, mentre il secondo ha chiuso la top10 assoluta. Soltanto 10 millesimi hanno privato l’inglese Scott della partenza al palo anche in Q2, ma questo gli ha dato la giusta dose di cattiveria agonistica per riprenderesi la prima piazza nella seconda ed ultima corsa. La fortuna, invece, non ha premiato il duo Laurini-Karkosik, con il polacco abile a chiudere 6° assoluto nella sessione di prove cronometrate, ma poi forzato al ritiro come l’italiano.

Il team di Gropparello, forte della leadership in entrambe le classifiche, Piloti e Team, è già al lavoro per preparare il secondo appuntamento del campionato, in programma l’ultimo weekend di maggio sul celebre tracciato di Spa-Francorchamps.


Stop&Go Communcation

Ad Estoril la compagine di Fabio Pampado e Niki Rocca ha confermato il grande potenziale, divenuto ormai un marchio di fabbrica delle ‘Silver Arrows’, mostrato già nella Winter Season. Sin dalle prime libere, infatti, il trio formato da Harrison Scott, Lodovico Laurini e dalla new entry Alex Karkosik, ha brillato portando agli ingegneri una grande quantità di dati funzionali alla preparazione degli assetti e delle strategie.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/05/RP_02_2017_INT-1024x683.jpg Estoril RP Motorsport Report: Incetta di successi in Portogallo