Racing Engineering ha intenzione di entrare nel mondiale FIA-WEC.

La classe scelta sarebbe la LM P2, soprattutto per motivi di ritorno di immagine in funzione dei costi. Il telaio non è ancora stato deciso, ma è trapelato che ci sono stati contatti durante l’anno per acquisire nientemeno che la Lotus, con tanto di osservazione diretta del team Kodewa in quel dell’ultima Le Mans, dove però, di fronte ad un potenziale sicuro, sono emersi diversi dubbi di affidabilità (senza contare i problemi legali della viglia con ADESS – ndr) che stanno facendo tentennare il principe Alfonso di Orleans per il 2014.

Il team Racing Engineering in teoria, sempre per bocca del nobile spagnolo, sarebbe già pronto domani, utilizzando sempre l’organico di 30 unità che si occupa attualmente delle vetture GP2, in quanto nella squadra spagnola sono presenti tante risorse che hanno esperienza di Le Mans, provenienti da Pescarolo, Loeb ed Oreca.

La decisione finale in merito all’acquisto dei nuovi telai Lotus dovrebbe essere presa in funzione dei risultati della 6 Ore di Sao Paulo di domenica prossima, ma il programma potrebbe essere più verosimilmente postdatato alla stagione 2015, allorchè saranno più evidenti i valori in campo e la scelta potrà essere allargata anche a Dome, Oreca e Onroak (Morgan), ed eventualmente Adess, qualora trovi un committente, che presenteranno i nuovi modelli chiusi in funzione del regolamento 2014. Sicuramente però il team vorrà disporre di un pacchetto competitivo così da evitare sorprese.

Nella foto, la Lotus-Kodewa LM P2 in azione a Spa.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Racing Engineering ha intenzione di entrare nel mondiale FIA-WEC. La classe scelta sarebbe la LM P2, soprattutto per motivi di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/08/Lotus3.jpg WEC – Voglia di LM P2 alla Racing Engineering