Il Toyota Gazoo Racing ha svelato nella notte italiana, nella cornice del salone dell’auto di Tokyo, la GR Super Sport Concept, una GT concept che incorpora la tecnologia ibrida alla base dei prototipi che calcano le scene del World Endurance Championship.

Il cuore di questa vettura è infatti il sistema di propulsione composto dal motore V6 biturbo di 2,4 litri e dal sistema ibrido Toyota Hybrid System-Racing (THS-R) che muove le TS050 Hybrid nel WEC, capace di 1000 HP.

Il costruttore giapponese ha tenuto a precisare che il proseguimento della partecipazione nel WEC è vista quale altamente produttiva e addirittura necessaria per lo sviluppo di sistemi ibridi al top e veicoli elettrici. Tecnologie a basso consumo e altri sviluppi tecnici derivanti dalle corse sono stati infatti già calati nella produzione di serie, e la nuova GR Super Sport Concept, che beneficia delle componenti della TS050 Hybrid, fa parte di una nuova generazione di super macchine sportive creata per sviluppare massima potenza rispettando l’ambiente.

Lo stesso presidente della Gazoo Racing Company, Shigeki Tomoyama, ha posto l’accento sul fatto che “Toyota preferisce incorporare tecnologie delle corse in circuito e nei rally nelle auto di serie, piuttosto che sviluppare macchine di produzione in vetture sportive.“

Ora, di per se’ la notizia non dovrebbe così tanto risalto mediatico nell’ambito strettamente sportivo, se non fosse che la GR Super Sport potrebbe non essere solo un esercizio stilistico fine a se stesso.

E’ noto che l’abbandono di Audi prima e Porsche poi ha lasciato Toyota da sola nel WEC tra le LM P1 ibride, e che il regolamento tecnico futuro, quello che avrà valore a partire dalla stagione 2020/2021 – anche se pure quello attuale risulta ancora nebuloso nell’equivalenza fra P1 ibride e non – verrà sicuramente ridiscusso, specie se, come sembra, nessun altro costruttore risulterà interessato a partecipare al mondiale con una LM P1 ibrida.

Bene, la formula di queste super GT (nessuna attinenza con la serie giapponese), simili alle GT1 che hanno calcato le scene dell’endurance a fine anni ’90, potrebbe essere una soluzione per il proseguimento della massima serie mondiale, e Toyota potrebbe avere fatto oggi il primo passo verso questo tipo di vetture da competizione.

Un paio di costruttori inglesi, Aston Martin e Jaguar, hanno peraltro già reso noto che apprezzerebbero molto un’evoluzione delle corse di endurance verso questa direzione, e in rete circolano già diversi render sul tema.

Vedremo comunque nei prossimi mesi come si evolveranno i regolamenti tecnici; va da sé che al momento non solo non è prevista  la produzione di serie della GR Super Sport, ma nemmeno alcuna partecipazione ad eventi sportivi in pista.

Tornando per un attimo alla realtà, la line-up Toyota nel WEC dovrebbe essere diffusa ai primi di febbraio, in coincidenza con la rivelazione delle entry iscritte alle serie mondiali ed europea e alla 24 Ore di Le Mans.

Secondo voci di corridoio, qualora Fernando Alonso dovesse concretizzare il proprio impegno con il costruttore giapponese nella classica della Sarthe, il pilota detinato a fargli posto dovrebbe essere José Maria Lopez, recentemente accasatosi al Dragon Racing in Formula E al posto di Neel Jani.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Le super GT il futuro delle corse di endurance ? La line-up WEC a febbraio

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/01/20180112_01_01-1024x683.jpg WEC – Toyota presenta la GR Super Sport Concept