La Strakka-Dome ha rinunciato a partecipare al bando per la definizione dei quattro costruttori delle nuove LM P2 che, come riportato ieri sulle pagine di Stop&Go, ha visto premiare Dallara, Onroak, Oreca e Riley Tech/Multimatic.

La joint venture anglo-giapponese ha infatti deciso di concentrare i propri sforzi sulla realizzazione di una nuova LM P1, con la quale rientrerà nella categoria a partire dalla stagione 2017 del WEC, cioè quella nella quale debutteranno le nuove LM P2.

La S103 motorizzata Nissan, che ha debuttato finalmente in gara, dopo una stagione intera di rinvii, all’ultima 6 Ore di Silverstone, sarà utilizzata come base di sviluppo per la nuova vettura, per la quale si sta già iniziando a valutare il motorista.

Per il resto della stagione corrente e nel 2016, Strakka schiererà un telaio Gibson appena acquistato, con la speranza di recuperare posizioni nella classifica di categoria, che ora vede il team di Nick Leventis solamente in sesta posizione con 25 punti, contro i 78 di KCMG, grazie solamente al terzo posto di Silverstone ed il quinto di Spa.

Strakka Racing conta di poter testare la Gibson già nella sessione collettiva di fine luglio al Nürburgring.

Nella foto, la Strakka-Dome S103-Nissan in azione all’ultima 24 Ore di Le Mans.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

La Dome S103 servirà da base per la nuova vettura 2017

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/07/Strakka.jpg WEC – Strakka passa a Gibson in attesa di rientrare in LM P1