Un sole primaverile accoglie partecipanti e pubblico alla 6 Ore di Spa, secondo appuntamento del mondiale FIA WEC.

Nei 20’ di riscaldamento mattutino, è sempre dominio assoluto Audi, con Loic Duval migliore in posta con 1.59.659. Spezza la monotonia dei quattro cerchi Sabastien Buemi, che si infila al terzo posto con lòa prima delle Toyota, dietro a Oliver Jarvis e davanti a Benoit Treluyer.

Le due Lola Rebellion su questa pista paiono avere vita facile sulla HPD Strakka, cui lasciano nu distacco di circa 2″.

In LM P2, il più veloce è stato John Martin con l’Oreca-Nissan del G-Drive ed un tempo di 2.09.455 davanti a David Heinemeier Hansson con la prima delle Morgan Oak Racing.

In GTE-Pro, Toni Vilander guida la classifica con 2.20.120 con la prima Ferrari AF Corse, a sorpresa davanti alle due Porsche Manthey di Jorg Bergmeister e Romain Dumas. Stint in scioltezza per le Aston Martin con Pedro Lamy quinto dietro anche a Giancarlo Fisichella

Anche tra le GTE-Am infine, Ferrari in evidenza con 8 Star (nella foto) e Krohn Racing davanti a tutti nelle mani di Matteo Malucelli e Nic Jonsson

Da segnalare la regolare presenza in gara della Lola-Nissan del Gulf Racing Middle East, ammessa dai commissari dopo il forfait delle prove, dovuto ad una panne elettrica.

La Zytek del Greaves Motorsport invece, vittima di un incidente in qualifica con Chris Dyson, non prenderà invece il via.

Alle 14.30 per lo start della 6 Ore di Spa

Piero Lonardo

I tempi del Warm up

La griglia di partenza


Stop&Go Communcation

Un sole primaverile accoglie partecipanti e pubblico alla 6 Ore di Spa, secondo appuntamento del mondiale FIA WEC. Nei 20’ […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/05/8Star.jpg WEC – Spa, Warm up: Duval ribadisce il concetto. Aston si nasconde