Il clima belga ha dato tregua agli equipaggi della 6 Ore del WEC, permettendo un regolare svolgimento della terza ed ultima sessione di prove libere.

Nell’unica ora utile per definire gli assetti da asciutto per qualifiche e gara, ancora una volta sono state le Porsche a dominare, soprattutto con la #19 di Nico Hulkenberg, Nick Tandy ed Earl Bamber. Questo fino agli ultimi secondi, allorquando Andrè Lotterer ha piazzato un 1.57.368 buono per prendere la leadership della lista dei tempi, scavalcando Hulkenberg di 11 soli millesimi.

Ricordiamo che l’Audi R18 e-tron quattro #7 è qui in configurazione Le Mans. Dietro le tre 919 Hybrid, ancora Audi con Lucas di Grassi, la cui macchina è stata resa pronta a pochi minuti dal termine delle libee-2 ma non è stata rischiata fino ad oggi; paradossalmente l’Audi #9, quella di Marco Bonanomi, Renè Rast e Filipe Albuquerque, l’unica in assetto ad alto carico, segue le due Toyota TS040-Hybrid. Come confermato anche dai piloti della casa dei quattro cerchi, in effetti la configurazione Le Mans non è particolarmente penalizzante a Spa. Scocca nuova peraltro per la #1 incidentata ieri da Nakajima, approntata appena poco prima della sessione, che purtroppo ha rimediato la frattura della terza vertebra.

Fatica ancora la CLM P1/01 del ByKolles, a livello delle LM P2 di punta, categoria dove è tornata a primeggiare la Ligier JS P2-Nissan del G-Drive con Sam Bird e 2.08.439, davanti alla Oreca 05-Nissan del KCMG di Matthew Howson e ad Harry Tincknell con la Gibson di Jota Sport. Lontana sull’asciutto la Strakka Dome S103 con Danny Watts e Jonny Kane a oltre 3” dai leader.

Ferrari sugli scudi in GT con i campioni del mondo Toni Vilander e Gianmaria Bruni, con il finlandese davanti a tutti in GTE-Pro con 2.18.390. Seconda piazza per l’Aston Martin di Fernando Rees a precedere l’altra rossa con James calado e la Vantage #99 di Stefan Mucke, tutti racchiusi in 3 decimi scarsi.

Aston Martin al top in GTE-Am infine, con il vincitore di Silverstone, Pedro Lamy, a livello delle Pro con 2.19.485. Segue Paolo Ruberti a 1”6 con la Corvette del Larbre Competition. Da segnalare infine l’unica interruzione della sessione, causata da un’uscita della Porche dell’Abu Dhabi Racing a Pouhon.

Le qualifiche, come sempre distinte tra GT e prototipi, sempre oggi a partire dalle ore 18.

Piero Lonardo

La classifica delle libere 3


Stop&Go Communcation

Vilander-Bruni di nuovo al top in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/05/Audi7.jpg WEC – Spa, Libere 3: Lotterer piazza la zampata