Pare si ricominci dove si era rimasti tre settimane or sono in quel di Silverstone, almeno per quanto riguarda le prove libere di questo secondo appuntamento del World Endurance Championship, la 6 ore di Spa.

Dopo i primi 90’ sono infatti ancora le due Porsche 919 Hybrid a dominare dall’alto la classifica dei tempi. Prima Timo Bernhard poi Brendon Hartley hanno segnato il limite da battere con due tempi simili. Il neozelandese ha fermato le lancette su 1.58.012, lontano oltre 3” dalla pole 2015, complice anche una pista non particolarmente performante nonostante un clima insolitamente caldo per le Ardenne.

Dietro l’altra Porsche a sorpresa la Toyota TS050-Hybrid di Mike Conway, a 1”4 dal vertice e ancora oltre la prima Audi R18 2016 di Marcel Fassler.

Dominik Kraihamer guida il terzetto delle P1 private con 2.04.157 con la Rebellion #13, ricordiamo a podio in terra inglese. Solo pochi giri per la CLM del team ByKolles con Simon Trummer.

Sono bastati invece solo 7 giri a Pipo Derani per prendere la leadership provvisoria tra le LM P2 con la Ligier dell’Extreme Speed e 2.08.974. Renè Rast si è portato a soli 55 millesimi con l’Oreca del G-Drive; a seguire le due Alpine di Stéphane Richelmi e Ho-Pin Tung.

Johnny Adam a sorpresa ha portato al vertice l’Aston Martin in GTE-Pro con 2.19.296, precedendo l’accoppiata Ferrari trionfatrice a Silverstone formata da Gianmaria Bruni e Davide Rigon, rispettivamente a 5 e 7 decimi. A contatto le due Ford GT con Billy Johnson e Marino Franchitti, mentre delude un po’ la Porsche del Dempsey-Proton del campione in carica Richard Lietz e del danese Michael Christensen.

Aston al comando anche in GTE-Am con Pedro Lamy capace di dare 4 decimi alla Corvette di Paolo Ruberti. Terza piazza per la Porsche di Patrick Long a 8 decimi.

Seconda ed ultima sessione di libere per la giornata odierna alle 16.30

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1

 


Stop&Go Communcation

In GT svettano le Aston Martin con Adam e Lamy

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/05/Porsches2-1024x682.jpg WEC – Spa, Libere 1: Dietro le Porsche spunta una Toyota