Il WEC ci regala delle qualifiche ancora una volta eccitanti. La Toyota TS 040-Hybrid di Kazuki Nakajima con una prestazione degna di un samurai sfrutta al meglio il secondo stint entrando dopo Alex Wurz e agguanta la pole position della 6 Ore di Silverstone

Il giapponese arriva a un niente dal miglior tempo della sessione, segnato dall’Audi R18 e-tron quattro di “Mister Le Mans” Tom Kristensen, 1.42.477, che gli partirà a fianco domani.

Solo terza la prima Porsche 919 Hybrid di Neel Jani e Romain Dumas, che domani verranno affiancati dal pluricampione GT Marc Lieb, e addirittura sesta quella di Mark Webber, forse intimorito dal suo ex progettista Adrian Newey, ospite al box Porsche, e Timo Bernhard, dietro anche le altre due Audi e Toyota.

Un problema alla Loop per Mathias Beche sulla Lola Rebellion #12 permette a Dodo Kraihamer e Fabio Leimer, che in gara divideranno l’abitacolo con il nostro Andrea Belicchi, di partire davanti alla vettura gemella. Da segnalare il tempo di Leimer, a soli 1″3 dal miglior tempo della sessione.

Nessun problema in LM P2 per Roman Rusinov ed Oliver Pla con la Morgan-Nissan del G-Drive, che riporta facilmente la pole di categoria davanti alle Oreca di KCMG ed SMP Racing.

Ferraris

Ma prima erano scese i pista le GT. La Ferrari, che ieri sembrava svantaggiata rispetto alle Porsche 911 RSR, ha fatto valere l’esperienza del suo equipaggio di punta e con Gianmaria Bruni e Toni Vilander, ha agguantato la pole in GTE-Pro con una media strepitosa di 1.59.125. Alla casa di Stoccarda, le cui vetture susseguono in griglia la rossa #51, la soddisfazione del miglior tempo assoluto con 1.58.401 da parte di Nick Tandy.

Quarta la seconda Ferrari di Luca Rigon e James Calado davanti alla prima delle Aston Martin di Darren Turner e Stefan Mucke; a seguire la Ferrari del RAM Racing di Matt Griffin ed Alvaro Parente e la seconda Aston, che curiosamente continua a mantenere la livrea azzurro opaco adottata per la prima volta lo scorso anno ad Austin.

Ferrari in spolvero anche in GTE-Am, dove Sam Bird e Michele Rugolo hanno regalato la pole al cavalino davanti all’equipaggio tutto danese dell’Aston Martin. AF Corse anche in terza piazza grazie e Marco Cioci e Mirko Venturi davanti alla seconda Aston.

Appuntamento a domani per la gara, con start alle 12.00 ora locale. Lo scorso anno affermazioni dell’Audi di McNish, Kristensen e Duval, dell’Oreca dell’ADR-Delta in LM P2 e dell’Aston Martin di Turner, Mucke e Bruno Senna in GTE-Pro. In GTE-Am, l’ultima vittoria di Allan Simonsen.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche 


Stop&Go Communcation

Spettacolare Ferrari in GT: pole in entrambe le categorie

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/04/Toy71.jpg WEC – Silverstone, Qualifiche: Tra le due litiganti spunta la Toyota con Nakajima-san