Le qualifiche della 6 ore di Silverstone hanno riservato verdetti non sempre attesi alla vigilia. Abbiamo quindi interpellato alcuni dei protagonisti per capire qualcosa di più, soprattutto dei lavori di forza tra i major contender in LM P1 ed in GTE-Pro.

Nessuno si aspettava di vedere l’Audi davanti se non forse i suoi piloti. André Lotterer, coautore della pole, ha così commentato la prestazione delle R18 2016: “E’ un bel modo di iniziare il weekend. Non ci aspettavamo di essere così tanto competitivi rispetto alle Porsche – ha affermato Lotterer – ma ovviamente siamo molto contenti del risultato, anche tenuto conto che la macchina è completamente nuova ed è molto diversa dalla precedente. Grazie al nuovo gruppo propulsore siamo rientrati nella classe dei 6 MJ, ed è un modo molto diverso di guidare.” Cos’hai pensato quando Di Grassi è uscito nel suo ultimo giro veloce? “Beh, siamo una squadra ed è importante è che abbiamo fatto uno-due ma, onestamente, preferisco essere davanti io..”

Davide Rigon, poleman in GTE-Pro si è limitato a particolari tecniciQui a Silverstone la prima volta per noi sul bagnato e siamo stati impressionati dal bilanciamento della vettura e dagli pneumatici.” Abbiamo approfondito invece quanto accaduto all’altra F488 GTE con il diretto interessato, Gianmaria Bruni. Cos’è successo? “Ho visto accendersi una spia sul cruscotto e ho portato la macchina dentro ai box. Adesso stanno guardando di che cosa si tratta. Peccato perchè James (Calado) aveva fatto un giro velocissimo. A volte succede anche questo…” Ma, nella peggiore delle situazioni?Nella peggiore delle ipotesi, ci toccherà uno stop & go + 3’.”. Ad ogni modo bisogna capire come sono messi gli altri veramente. Ci sembra strano che Porsche e Aston siano così indietro. Anche le Ford, a Daytona volavano, qui invece…”

Abbiamo poi appreso che in Ferrari si è optato per il cambio di motore e quindi, a termni di regolamento, dovrà scontare la penalità.

A proposito di Ford, abbiamo approfittato nientemeno che di Andy Priaulx, tre volte campione WTCC, al ritorno nell’endurance con la nuova GT dell’ovale. Come mai così indietro?Purtroppo qui abbiamo avuto problemi al selettore delle marce. La macchina, nonostante dall’esterno possa sembrare al limite, si adatta perfettamente al mio stile di guida, e reagisce molto bene alle gomme Michelin. Il team e Howard (Chappell) stanno facendo un gran lavoro nonostante siamo partiti non con grande anticipo.”

Volti distesi nonostante tutto in casa Porsche. Brendon Hartley, ricordiamo campione del mondo, ha minimizzato. “Onestamente, le Audi nelle condizioni di qualifica sono state più veloci di noi. Noi sull’umido estremo abbiamo dimostrato anche lo scorso anno al Fuji che non abbiamo problemi. Poi sappiamo che la gara si svolgerà sull’asciutto.. Saremo vicini vedrete.” Marc Lieb ha invece ammesso che la 919 Hybrid #2 “Aveva un set-up leggermente differente dalla vettura gemella, ma, approfittando anche dell’esperienza dei teammates, dovrebbero essere a posto per la gara”

In Toyota hanno invece ammesso che la qualifica non certo esaltante delle due TS050-Hybrid deriva da un errore di settaggio che ne ha inficiato pesantemente le prestazioni “Semplicemente non avevamo mai provato in queste condizioni – ha affermato il campione 2014 Anthony Davidson, terzo peraltro qui lo scorso anno – e dobbiamo imparare anche da queste situazioni.” “Fortunatamente – ha aggiunto il teammate Kazuki Nakajima – la situazione domani sarà completamente differente.”

Infine Filipe Albuquqerque, terzo tra le LM P2 con la Ligier del RGR by Morand. “Noi era la prima volta che provavamo sul bagnato con questa macchina. Sono sorpreso perché siamo tutti molto vicini e sarà una gara molto interessante anche perché il livello dei piloti di questa categoria sta crescendo.”

Tutto pronto alle ore 12 per la partenza della 6 Ore di Silverstone, season opener WEC.

Interviste raccolte da Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Bruni, cambio di motore

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/04/PLM_1833-1024x682.jpg WEC – Silverstone: Parlano i protagonisti delle qualifiche