Il consueto doubleheader con la ELMS, strutturato come sempre su tre giornate, ha permesso ai protagonisti del FIA WEC, in particolare ai piloti della classe regina, la LM P1, di rendersi maggiormente disponibili nei confronti della stampa.

Entusiasti ovviamente i due polesitter con la Porsche 919 Hybrid, Mark Webber e Brendon Hartley “Il nuovo format di qualifiche, con solo un giro per pilota a fare la media, questa volta ha giocato a nostro favore. Abbiamo incontrato pista libera nel giro buono ed è andata bene” Ha commentato l’ex-RedBull e Jaguar in F1. Gli fa eco da presso il teammate che aggiunge: “Con la giusta strategia possiamo giocarcela, e non solo alla prima curva”.

Riguardo il presunto problema del consumo delle gomme, che impedirebbe una performance al top nei double stints, il giovane neozelandese aggiunge: “Non sappiamo ancora, anche perché con le nuove regole abbiamo un limite di 6 set per gara. Magari una safety car potrebbe avvantaggiarci. Sicuramente anche la pioggia potrebbe darci una mano, ma preferiamo rimanga asciutto! (ride)”.

Anche Neel Jani, sempre più che disponibile, riguardo eventuali modifiche aerodinamiche dopo i test di Le Castellet: “Non ci sono stati particolari affinamenti, le macchine sono praticamente identiche a quelle del Prologue. Non capiamo bene neanche noi il potenziale di Toyota, con questi up and down nelle prestazioni. Pensiamo invece che Audi abbia fatto un grande lavoro, soprattutto aerodinamico, durante l’inverno. Sono quelli che hanno migliorato di più, e qui a Silverstone hanno loro la vettura da battere sulla distanza domani. Noi penseremo a rimanere loro vicino il più possibile.”

Ci pensa infine Anthony Davidson, campione in carica WEC, a dirimere i dubbi su una potenziale pretattica di Toyota “No, non ci siamo assolutamente nascosti. Non siamo particolarmente fiduciosi perchè questa pista storicamente non è adatta alle caratteristiche della Toyota. Non ci sentiamo quindi assolutamente favoriti per domani, anzi, giocheremo in difesa. Pensiamo invece che a partire da Spa potremo dire la nostra”.

Lo stesso Davidson conferma che Audi “ha fatto passi da gigante. Sono veramente forti, direi i più forti, soprattutto se domani sarà asciutto.”

Infine il nostro Vitantonio Liuzzi, alfiere del Team ByKolles, che abbiamo incontrato nella giornata di ieri. “Qui sappiamo che faremo un po’ fatica. Purtroppo contrariamente alle previsioni non abbiamo ancora disponibili le nuove modifiche aerodinamiche che ci avrebbe permesso di guadagnare carico soprattutto sul retrotreno. Silverstone tra l’altro è una pista molto difficile. Inoltre dobbiamo anche far provare la macchina a Christian (Klien) che non la conosce.”

Riguardo il tuo ingaggio? Per ora si parla solo di Silverstone “Beh, per essere una stagione senza particolari impegni ultimamente mi hanno cercato in tanti (sorride). Con Kolles, per ora, confermo non so ancora se sarò a Spa, ma considerando che sono piombato qui dalla Malesia, dove ho provato col GT Asia, e prima ancora gli States con la Formula E con Jarno, dove forse formiamo la line-up più di spicco del campionato. Tutto sommato direi che non mi posso proprio lamentare.”

Lo start della 6 ore WEC ricordiamo domenica alle ore 12.

Impressioni raccolte da Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Pronostico difficile sul risultato assoluto della 6 Ore di domani

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/04/Gruppo1-1024x576.jpg WEC – Silverstone: Parlano i protagonisti della LM P1