Fernando Alonso ha piazzato la zampata nella terza ed ultima sessione di libere della 6 ore di Silverstone segnando nelle prime fasi del turno il tempo monstre di 1.37.677 con la Toyota #8.

Il crono dell’asturiano, che durante la prima giornata era stato sempre scavalcato non solo dall’altra Toyota ma anche dai due compagni, alza ulteriormente l’asticella nei confronti della concorrenza, che stamane ha visto le due vetture dell’SMP Racing avvicinarsi sino all’1.39.326 ottenuto da Stèphane Sarrazin, con Vitaly Petrov poco lontano sull’altra BR1 a motore AER.

Solo P4 per l’altra TS050-Hybrid, con tempi entro l’1’40” per tutti e tre i piloti. Alla sessione hanno partecipato i due prototipi incidentati ieri, vale a dire la Rebellion #1 e la Enso CLM.

Mathieu Vaxivière ha ancora una volta portato in alto l’Oreca del TDS in LM P2 migliorando sensibilmente (oltre 1”) con 1.44.247 la migliore prestazione ottenuta ieri da Gabriel Aubry per il Jackie Chan DC Racing, che occupa il resto del podio virtuale con le altre due Oreca gestite da Jota Sport.

Anche le due Ford GT (nella foto) non sono state da meno, e hanno approfittato delle temperature più favorevoli del mattino per occupare le prime due posizioni in GTE-Pro con Andy Priaulx e Stefan Mucke. L’ex campione del mondo del WTCC ha fissato i cronometri sull’1.55.197, lasciando a 6 decimi il compagno e a oltre 1”2 Nicki Thiim con la rediviva Aston Martin.

Nel finale Sam Bird ha innalzato la sua Ferrari 488 GTE Evo in quarta posizione, scavalcando Gianmaria Bruni, il migliore con le Porsche. La sensazione però è che le due GT dell’ovale qui siano di un altro pianeta, e che le Porsche – dominatrici assolute a Le Mans – stiano soffrendo più del dovuto il nuovo asfalto molto più abrasivo. Ben nascoste (si fa per dire) le BMW M8.

Per la prima volta nel weekend non c’è Matteo Cairoli davanti a tutti in GTE-Am; gloria quindi per l’Aston Martin che con Pedro Lamy segna, grazie anche alle migliori condizioni della pista, il miglior tempo con 1.58.460. Sorpresa Eddie Cheever III in seconda posizione con la Ferrari dell’MR Racing, davanti a sua volta a Julian Campbell con la migliore delle Porsche spec-2017.

Nessun contatto da segnalare nella sessione, che è stata chiusa anticipatamente per un birillo a 3’ dallo scadere dell’ora prevista. La parola va ora alle qualifiche, in programma alle ore 12.00 locali.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 3


Stop&Go Communcation

Ford irraggiungibili in GTE-Pro?

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/08/A34T9036-1024x682.jpg WEC – Silverstone, Libere 3: Dietro Alonso spuntano le due BR