A meno di due mesi dallo start, si delinea lo schieramento per la 85ma edizione della 24 Ore di Le Mans.

Se infatti gli equipaggi delle vetture di punta (LM P1 e GTE-Pro) sono già noti da tempo, anche grazie ai committment nel WEC e nella serie IMSA, in questi giorni si va a riempire il plateau completo dei 180 piloti che daranno vita alla kermesse di giugno.

Tra le novità più di spicco, il debutto tra i prototipi di Felix Rosenqvist. Il due volte vincitore del GP di Macau (nella foto), attualmente impegnato in Formula E, nel DTM e nella giapponese Super Formula, sarà al volante dell’Oreca 07 LM P2 del DragonSpeed al posto di Nicolas Lapierre, impegnato con la terza Toyota LM P1, insieme ai regular ELMS Henrik Hedman e Ben Hanley. Il poliedrico 25enne svedese ha già provato la vettura a Silverstone, dove il team statunitense ha conquistato la pole position del season opener europeo, salvo essere rallentata in gara da noie tecniche.

Sempre tra le LM P2, annunciato James Winslow in seno al team GRAFF, che sarà presente con due nuove Oreca 07. Il pilota britannico sarà al fianco di Eric Trouillet ed Enzo Guibbert nell’abitacolo della entry #39, mentre sulla #40 fin qui sicuro solamente l’australiano James Allen.

Scontata invece la partecipazione del patron Onroak, Jacques Nicolet, che insieme al figlio Pierre e all’amico Erik Maris, porteranno in pista la Ligier JS P217 dell’Eurasia Motorsport.

Confermato anche l’effort di SMP Racing, che schiererà una nuova Dallara P217 in attesa che si concretizzi il programma LM P1 privato in joint venture con Dallara nel 2018. Fin qui confermato il solo Mikhail Aleshin, anche se i rumors portano verso la giovane promessa Sergey Sirotkin, collaudatore Renault F1.

Definito infine anche il terzo pilota del Tockwith Motorsports, che debutterà a Le Mans in LM P2 dopo aver brillato con le LM P3 nel 2016 sia nella serie europea che soprattutto in quella asiatica. Si tratta di Karun Chandhok, che condividerà l’abitacolo della Ligier JS P217 già dalla prossima tappa di Spa con Nigel Moore e Phil Hanson, spezzando quindi l’egemonia Oreca. Sempre a Spa debutterà la seconda Alpine Signatech per Nelson Panciatici, Andre Negrao e Pierre Ragues.

Annunciata anche la line-up del Larbre Competition sulla Corvette iscritta in GTE-Am. Insieme a Fernand Rees saliranno Romain Brandela e Christian Philippon. Per il pilota brasiliano si tratta di un ritorno dopo la partecipazione al titolo WEC di categoria conquistato nel 2012 dalla compagine diretta da Jack Leconte.

Sempre in GTE-Am, il recente annuncio che sarà ancora una volta Nic Jonsson a coadiuvare Tracy Krohn sulla Ferrari 488 iscritta dai cinesi del DH Racing per Riccardo Ragazzi. Per l’accoppiata si tratta della 12ma apparizione consecutiva e del ritorno fra le GT dopo due anni con la Ligier LM P2.

Ritirata infine dalle riserve la Ligier JS P217 dell’RLR Msport, a suo tempo listata per John Farano. L’unica entry in attesa rimane ora quella del Mentos-Proton Racing con una Porsche 911 RSR per Egidio Perfetti.

Ricordiamo che, in attesa della classica della Sarthe, il WEC ritornerà fra meno di due settimane con la 6 ore di Spa.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Felix Rosenqvist al volante dell’Oreca del DragonSpeed

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/04/Rosenqvist-1024x683.jpg WEC – Si delinea lo schieramento per Le Mans