Avvincenti come sempre le qualifiche del FIA WEC, e questa volta a Shanghai i prototipi si sono superati proponendo addirittura una prima fila con l’esatta media sui due migliori giri per pilota – come vuole l’attuale regolamento – di 1.48.300 per la Porsche 919 Hybrid di Romain Dumas e Neel Jani e la Toyota TS040-Hybrid di Sebastien Buemi ed Anthony Davidson.

Il pilota svizzero nel finale della sessione, dichiarata “wet” a causa di qualche goccia di pioggia nella fase iniziale, ha cercato di ripetere l’impresa del Fuji, cercando il tempo utile per scalzare il prototipo di Stoccarda dalla pole position, ma il risultato è stato un improbabilissimo pareggio, che regala alla 919 la seconda pole stagionale dopo Spa.

A soli 24 millesimi l’altra Porsche di Brendon Hartley, Timo Bernhard e Mark Webber – quest’ultimo miglior tempo nelle ultime libere del mattino con 1.48.173 – mentre completa la seconda fila la Toyota di Kazuki Nakajima, Alex Wurz e Stephane Sarrazin. A oltre 1” le due Audi R18 e-tron quattro, con la #1 di Di Grassi, Kristensen e Duval, vincitrice qui lo scorso anno, a precedere i trionfatori di Le Mans Lotterer, Fassler e Treluyer.

Compito facile per le due Rebellion R-One in LM P1-L, con la #12 di Nico Prost e Mathias Beche a precedere con 1.52.431 la vettura gemella portata in qualifica da Dominik Kraihamer e Fabio Leimer. Lontanissima, a oltre 4” la Lotus CLM P1/01 di Pierre Kaffer e Lucas Auer.

Nessuna sorpresa invece in LM P2, con la Ligier JS P2-Nissan del G-Drive Racing di Roman Rusinov e Oliver Pla ancora sugli scudi con la media di 1.54.327 a precedere di 1” l’Oreca-Nissan del KCMG. Non bene le due HPD ARX-03b dell’Extreme Speed Motorsports, che chiudono lo schieramento di categoria dopo un imprevisto per la #31 di David Brabham, fermatosi in pista a metà sessione, dietro anche alle due Oreca-Nissan dell’SMP Racing.

Per la seconda gara di fila c’è una Aston Martin in pole in entrambe le categorie GT. In GTE-Pro, prima pole stagionale per Darren Turner e Stefan Mucke, che con il tempo medio di 2.04.342 hanno avuto la meglio sulle due Porsche di Fred Makowiecki e Patrick Pilet e di Joerg Bergmeister e Richard Lietz.

Quarta piazza solamente per i dominatori della classifica generale, Gianmaria Bruni e Toni Vilander, davanti ai compagni di squadra in AF Corse Davide Rigon e James Calado. Al romano anche il miglior crono di 2.03.700; purtroppo al finlandese non riusciva l’assalto finale alla pole, a causa di qualche goccia di pioggia in pista.

In GTE-Am infine, seconda pol di fila per l’Aston #98 di Christoffer Nygaard e Pedro Lamy, che con il tempo medio di 2.05.072 ha preceduto sul filo di lana la Porsche Prospeed di Mathieu Vaxivière ed Emmanuel Collard. Solo quarta l’unica Ferrari in gara dell’8 Star Motorsport, dietro alla seconda Aston.

Il via della 6 Ore di Shanghai domenica alle 11 ora locale.

Piero Lonardo

La classifica delle Libere 3

La classifica delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Aston Martin, sweep in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/11/M14_4114_fine-1024x682.jpg WEC – Shanghai, Libere 3 e Qualifiche: Pareggio tra Porsche e Toyota!