Toyota riprende da dove aveva lasciato tre settimane or sono e comanda le classifiche delle prime due sessioni di prove libere della 6 Ore di Shanghai, sesto round del WEC.

Al mattino, su pista umida, è Sebastien Buemi a svettare sul resto del lotto con 1.49.833 davanti alla seconda TS040-Hybrid di Stèphane Sarrazin. Nel pomeriggio è invece il compagno Anthony Davidson a primeggiare con 1.49.134 in una sessione iniziata su pista asciutta ma poi rovinata da un vero e proprio nubifragio che ha costretto gli organizzatori a dichiararne la fin con 17’ di anticipo.

Dietro le Toyota le due Audi R18 e-tron quattro, con Tom Kristensen a 1” dalla vetta. Più distanziate le due Porsche 919-Hybrid con Timo Bernhard e la #20 con 1.51.801.

In LM P1-L, miglior tempo per Mathias Beche e la Rebellion R-One #12 nei primi 90’ con 1.54.786; pochi giri invece per la Lotus CLM P1/01-AER, prontamente ricostruita e presente con i soli Pierre Kaffer e Lucas Auer, con tempi da LM P2.

Nella seconda categoria prototipi, la lotta sembra circoscritta tra la Ligier-Nissan del G-Drive e le due HPD ARX-03b dell’Extreme Speed, nuovamente guest star in questa trasferta cinese in previsione di un commitment full-time nel 2015. Roman Rusinov conduce la lista dei tempi con 1.57.053 davanti a Ryan Dalziel, separato da 4 decimi.

Tra le GT, è Paolo Ruberti, con la Ferrari F458 dell’8 Star Motorsport iscritta in GTE-Am, per l’occasione in livrea rossa, a svettare su tutti con 2.04.528 davanti di 7 decimi a Mathieu Vaxivière con la Porsche 911 RSR del Prospeed.

In GTE-Pro, best crono al mattino per il trionfatore del COTA, Gianmaria Bruni con la Ferrari AF Corse #51 a stretto contatto con l’Aston Martin di Darren Turner.

Nella giornata di domani ancora 60’ di libere e le qualifiche, rispettivamente alle 9.30 e alle 13.20 ora locale, in attesa dello start della 6 Ore domenica alle 11.

Piero Lonardo

La classifica delle Libere 1

La classifica delle Libere 2


Stop&Go Communcation

G-Drive e Ferrari leader in LM P2 e GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/10/Toy8_rain.jpg WEC – Shanghai, Libere 1 e 2: Toyota all’assalto nonostante il meteo