L’Audi si rivela nelle qualifiche della 6 Ore di Sao Paulo, quarta manche del mondiale FIA WEC 2013, e piazza le due due R18 e-tron quattro in prima fila.

Marcel Fassler nel primo stint segnava due tempi sotto l’1’21” cui Sebastien Buemi, incaricato del primo turno sull’unica Toyota TS030-Hybrid non riusciva a tenere testa, mentre anche Loic Duval girava poco sotto il limite dell’Audi #1.

Nel secondo turno, Benoit Treluyer riusciva a mantenere bassa la media, nonostante gli sforzi di Anthony Davidson e Tom Kristensen, che rilevavano il volante sulla Toyota e sull’Audi #2. Uno striscione, portato da una piccola mogolfiera, che cadeva sul rettilineo a 3’ dal termine della sessione provocava la più impensabile delle red flag. Davidson, che era rientrato in pista per migliorare la media con gomme nuove, non poteva fare altro che rientrare mestamente ai box.

Alla fine solo 50 millesimi separano le medie delle due Audi, e meno di 3 decimi la Toyota, che sarà affiancata, come da pronostici la Lola Rebellion di Heidfeld e Prost, quarta a 2”3 sulla media.

Tra le P2, Roman Rusinov, autore del best lap di categoria, poco sopra l’1’27”, e John Martin portano in pole position l’Oreca-Nissan del G-Drive, precedendo nella media dei tempi la vettura gemella del Pecom Racing condotta in qualifica da Nic Minassian e Pierre Kaffer.  A seguire la prima delle Morgan dell’Oak Racing con Bertrand Baguette e Martin Plowman, davanti alla Zytek Greaves del deb  Bjorn Wirdheim e Gunnar Jeannette e alla prima Lotus T128 di Kraihamer e Holzer.

L’ADR-Delta vittima della sospensione, senza poter effettuare il secondo stint dopo la buona prestazione di Robbie Kerr, dovrà partire dal fondo dello schieramento.

Ma prima erano scese in pista le GT, e Richie Stanaway, unico a scendere sotto l’1’33” grazie anche ai tempi di Pedro Lamy, porta in pole nella GTE-Pro l’Aston Martin #92, precedendo di 120 millesimi nella media dei tempi complessiva la Porsche Manthey #92 di Richard Lietz e Marc Lieb. Solo terza piazza per l’Aston di Turner e Mucke, a precedere le due Ferrari AF Corse di Vilander / Kobayashi e Fisichella / Bruni.

Ferrari ed AF Corse si riscattano però in GTE-Am con Matt Griffin e Marco Cioci, che portano in pole di categoria la propria F458 precedendo nella media tempi di soli 8 centesimi l’Aston Martin dell’equipaggio tutto danese Thiim/Nygaard/Poulsen. Terza piazza per l’altra F458 dell’8 Star Motorsports di Enzo Potolicchio, condotta in qualifica da Rui Aguas e Davide Rigon.

A domani per la 6 Ore di Sao Paulo a partire dalle 12.00 ora locale

Piero Lonardo

I risultati delle libere-3

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

L’Audi si rivela nelle qualifiche della 6 Ore di Sao Paulo, quarta manche del mondiale FIA WEC 2013, e piazza […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/08/1157588_498553240229323_1877249698_n.jpg WEC – Sao Paulo, Libere 3 e Qualifiche: L’Audi toglie i veli. Stanaway prima pole in GT