Finalmente, dopo oltre due mesi ritorna il mondiale FIA-WEC con la seconda edizione della 6 Ore di Sao Paulo sul circuito di Interlagos.

Fin dalle prime prove libere, svoltesi nella mattinata brasiliana, è già lotta tra Toyota ed Audi per il primato assoluto, con Anthony Davidson che con la Toyota TS030 Hybrid con la nuova configurazione dal maggior carico aerodinamico ha svettato in cima alla lista dei tempi, terminando con 1.21.881 già di 5 decimi migliore della pole 2012 di Alexander Wurz, a riprova del grande sviluppo tecnico posto in atto da Toyota post Le Mans.

Solo ad 8 decimi Marcel Fassler con la prima delle Audi R18 e-tron quattro, che a sua volta ha preceduto  Tom Kristensen, distante ben 1”2 dal best crono. Mathias Beche ha condotto infine la Lola Rebellion, unica altra LM P1 presente, ad un comodo 1.25.479, distante ben 1”5 dalla pole 2012 dei privati di Neel Jani.

In LM P2 ancora Oak Racing in evidenza come a Le Mans, con Olivier Pla e Martin Plowman unici a scendere sotto l’1’29” insieme a Pierre Kaffer e a Roman Rusinov con le Oreca-Nissan dei vincitori di Spa, Pecom Racing e G-Drive. Ottima quinta piazza, anche se ben lontano dal miglior tempo odierno di categoria, per Dominik Kraihamer con la Lotus T128, che ricordiamo qui si gioca la commessa Racing Engineering.

In GTE anche Aston Martin è ben decisa a vendicare la sconfitta di Le Mans, e Darren Turner con 1.33.648 ha dominato portando, anche se di poco, la sua Vantage V8 sotto la pole 2012 di Marc Lieb, lasciato oltre mezzo secondo dietro con la Porsche 911 RSR Manthey nella categoria Pro. Nonostante le recenti modifiche al BoP (Balance of Performance) ben 7 decimi separano l’Aston di testa dalle due Ferrari F458 AF Corse di Gianmaria Bruni e Kamui Kobayashi.

Aston Martin che domina anche in GTE-Am, con Nicki Thiim, sostituto dello sfortunato Allan Simonsen, ricordato su tutte le vetture del paddock paulista con uno sticker (nella foto sulla Toyota), autore del migliore tempo con 1.35.287, davanti di un nulla sul compagno di squadra Jamie Campbell-Walter e di poco più di 2 decimi sul veteranissimo Rui Aguas con la Ferrari F458 dell’8 Star Motorsports.   

Staremo a vedere nel prosieguo delle prove libere e delle qualifiche se Audi continuerà a nascondersi ovvero se Toyota sarà in grado di bissare la storica vittoria del 2012. Prossima sessione di libere alle 15.40 ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle libere-1


Stop&Go Communcation

Finalmente, dopo oltre due mesi ritorna il mondiale FIA-WEC con la seconda edizione della 6 Ore di Sao Paulo sul […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/08/1173657_603587672997792_1963369869_n.jpg WEC – Sao Paulo, Libere-1: Davidson e la Toyota infiammano il sambodromo