Il team Rebellion Racing dal prossimo anno rinfoltirà la schiera delle LM P2 del World Endurance Championship.

L’annuncio, che è giunto alla stampa in forma ufficiale nel pomeriggio di giovedì, sancisce la fine dell’impegno del team svizzero nella massima categoria prototipi, la LM P1, che ha frequentato da privato sin dal 2009 prima con telai Lola spinti da propulsori Aston Martin, Judd e Toyota, fino ad arrivare dal 2014 a divenire costruttore in partnership con Oreca e la R-One, inizialmente motorizzata Toyota poi AER.

La notizia non giunge totalmente inattesa, nonostante le tante assicurazioni nonché le recenti e frequenti concessioni in termini di peso minimo e consumo di carburante garantite dall’ACO; infatti, lo squilibrio fra le prestazioni delle macchine ibride e le (poche) partecipanti private non ha mai permesso una reale lotta ad armi pari con le LM P1 dei costruttori.

Nonostante ciò, Rebellion, aldilà dei continui successi nel trofeo privati, ha conquistato diversi risultati di prestigio, fra cui spiccano sicuramente i due podi assoluti della corrente stagione a Silverstone e a Spa. Più indietro, vanno ricordate le vittorie assolute nella Petit Le Mans a Road Atlanta, nel 2012 e 2013.

Non si conosce ancora quale telaio verrà utilizzato dal team di Bart Hayden, ne tantomeno si conoscono i programmi del team ByKolles, che potrebbe rimanere l‘unico competitor tra le LM P1 private nella prossima stagione del WEC.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

ByKolles unica LM P1 privata?

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/10/Rebnight-1024x682.jpg WEC – Rebellion in LM P2 dal 2017