La Commissione Endurance FIA ha reso noto alcune linee direttive relative al futuro delle categorie GT definite la scorsa settimana, durante riunione tenuta a Parigi insieme ai costruttori.

Come noto, alla fine del 2012, l’ACO e la FIA hanno sancito che l’attuale parco macchine delle GT, che comprende due categorie ben distinte, LM GTE (sostanzialmente le ex-GT2) e le GT3, sarebbe stato sostituito, a partire dal 2016, da due nuove specifiche, le GT e le GT+.

Questa piattaforma comune permetterebbe ai costruttori di non dover più effettuare due differenti sviluppi sulle nuove vetture, come avviene invece ora a causa delle differenti specifiche per le gare di WEC / ELMS e GT Sprint.

Il gruppo di lavoro appositamente istituito dalla FIA per definire le nuove categorie aveva stabilito quattro scopi principali:

  • La definizione di un regolamento tecnico che permetta la massima convergenza fra le specifiche LM GTE e GT3;
  • Varare due categorie distinte, una dedicata ai team privati e l’altra destinata ai costruttori e ai team professionisti;
  • Definire una base tecnica comune più allargata possibile per facilitare lo sviluppo delle vetture;
  • Definire infine i punti di differenziazione per le varie macchine fra le due nuove categorie.

Alla fine dell’incontro, tutti i costruttori si sono trovati d’accordo sulla parte riguardante il telaio, ma non sono riusciti ad accordarsi riguardo il motore. La Federazione infatti spingeva per un nuovo sensore atto a gestire la coppia, mentre i costruttori sono rimasti favorevoli ad un più semplice restrittore d’aria, soluzione peraltro già in uso nelle attuali classi, e che fungerà quindi da base tecnica per i prossimi incontri in vista della stesura del nuovo regolamento delle GTE, il prossimo dei quali si terrà il 6 giugno.

La piattaforma delle GT3, dal canto suo, dovrebbe invece rimanere invariata, almeno nel breve termine.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

FIA e costruttori si accordano per mantenere il restrittore d’aria dinamico sulle GTE

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/05/GTs-1024x575.jpg WEC – Prosegue lo studio FIA sulle nuove GT