Le ultime 3 ore del Prologue WEC 2016 si chiudono con una migliore prestazione ancora una volta da parte di Porsche, ancora una volta di Brendon Hartley, che ad inizio sessione piazza una progressione che sfocia in un 1.37.445 che lima di 42 millesimi la migliore prestazione ottenuta ieri dal compagno di squadra Neel Jani.

Continua a macinare chilometri la Toyota TS050-Hybrid, e Kamui Kobayashi si conferma tra i più veloci del team nipponico, portandosi a meno di 1” dalla vetta. Migliora sensibilmente anche l’Audi con Benoit Treluyer, anche se sconta ancora 1”3 dal vertice.

Questi test non hanno aiutato più di tanto a capire il reale livello dei valori in campo tra i tre major contender. La Porsche, pur non scendendo sotto il limite del 2015 – ricordiamo che nell’off-season sono stati limitate le potenze delle LM P1 ibride – è stata sicuramente veloce ed affidabile, mentre la nuova Toyota ha privilegiato la velocità di punta (oltre 340,7 kmh), forse non proprio l’assetto ideale per il circuito francese.

La nuova Audi rimane invece un’incognita. Tanto, troppo il mistero sulla nuova aerodinamica anteriore, custodita a forza dal box Audi, e sui flussi del fondo vettura; in più, da segnalare il cambio di chassis effettuato durante la notte che una volta tanto non aiuta a ben pensare sulla nuova creatura della casa dei quattro cerchi. Ad ogni modo, le due prossime giornate di test, previste sempre qui a Le Castellet per Di Grassi e soci, saranno utilissime al team del Dr.Ullrich per presentarsi al meglio a Silverstone.

Reb13

Exploit di Alexandre Imperatori, che con 1.41.733 si è avvicinato notevolmente alle P1 ufficiali. Le nuove gomme Dunlop, almeno stando a queste due giornate, paiono privilegiare le due R-One rispetto alla seppur affinata ByKolles.

Alpine36

Tra le LM P2, è di Roman Rusinov con l’Oreca del G-Drive il miglior crono della sessione con 1.47.024, vicinissimo alle migliori prestazioni di Alpine (nella foto) e Strakka. La nuova Oreca 05 sembra quindi poter facilmente ripetere i fasti della entry del KCMG trionfatrice di Le Mans lo scorso anno. Crediamo invece sarà difficile per la barchetta Gibson ex-Zytek, derivante dal vecchio progetto Reynard, alla sua stagione terminale prima dell’avvento dei nuovi regolamenti, ripetersi su questi livelli durante la stagione.

La categoria è comunque è destinata a dare spettacolo e la lotta con le tante Ligier e i tanti giovani talenti iscritti, primo fra tutti quel Pipo Derani eroe di Daytona e Sebring in seno ad Extreme Speed, renderanno incerto il risultato sino all’ultima gara, come avvenuto nelle ultime due edizioni.

Ford66N

La Ferrari pare invece lottare solo contro se stessa in GTE-Pro. Le prestazioni di Gianmaria Bruni, Sam Bird, Davide Rigon e James Calado sulla nuova 488 GTE paiono inavvicinabili dalla concorrenza, che si chiama nientemeno che Ford, Aston Martin e Porsche.

La casa dell’ovale (nella foto, in azione con Billy Johnson nella sessione in notturna) ha ben figurato in Provenza, ancorchè lo stakanovista Olivier Pla è rimasto a oltre 7 decimi da Bruni, mentre la casa di Banbury ha lamentato un distacco difficilmente giustificabile anche dalle nuove gomme Dunlop. Ancora indecifrabile infine la nuova Porsche, affidata come noto al Dempsey-Proton, in assenza di un Richard Lietz e Michael Christensen a “tirare”. Vedremo se la FIA deciderà di porre rimedio già prima di Silverstone mediante il Balance of Performance.

Corvette

Porsche che potrebbe sembrare avvantaggiata, grazie ai regolamenti, insieme a Corvette in GTE-Am. Non hanno girato molto in casa Larbre, ma è bastato a Paolo Ruberti per assicurarsi subito il best crono con la C7. Vedremo se la “vecchia” Ferrari F458 potrà o meno giocarsela non solo con la coupè del Kentucky ma anche con le 911 RSR, e con la Aston Martin di Lamy, Lauda e dalla Lana che lo scorso anno sfiorarono il primato della categoria.

L’appuntamento con il World Endurance Championship è con il season opener, la 6 Ore di Silverstone, fra 3 settimane.

Piero Lonardo

I risultati della Afternoon Session – Day 2

I risultati complessivi del Prologue WEC 2016


Stop&Go Communcation

Sarà lotta Ferrari-Ford in GT?

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/03/Porsche1-1024x682.jpg WEC – Prologue, Day 2, Afternoon Session: Hartley chiude in bellezza