Iniziato presso il Circuit Paul Ricard il Prologue WEC 2016. Sotto un clima assolutamente godibile di stampo primaverile, sono scese in pista per le prime 4 ore di test le protagoniste della nuova stagione mondiale e della prossima 24 Ore di Le Mans.

Inizi subito forte la Porsche, venuta qui con due esemplari della nuova versione della 919 Hybrid campione in carica, anche se in questa prima sessione è solo la #2 a calcare l’asfalto. Prima è Romain Dumas a staccare la concorrenza a poco più di 15’ dall’apertura delle ostilità, poi è Neel Jani a piazzare il colpo di grazia finale, verso metà sessione, con 1.38.264. Marc Lieb segnerà in seguito il miglior tempo sul T1, a completare quasi l’en plein della casa di Stoccarda.

Debutto positivo anche della Toyota TS050-Hybrid, che nelle mani di Sebastien Buemi segna il quarto personale della sessione, a 2”2 dal battistrada. Attenzione però perché è Anthony Davidson, che è succeduto alla guida del nuovo prototipo del costruttore nipponico, l’autore del miglior parziale sul T2, coincidente al lungo rettilineo del Mistral.

Lontana anche la nuova, estrema, Audi R18, che piazza tempi simili ai rivali con tutti e tre i piloti della #7. Benoit Treluyer, migliore dei suoi con 1.40.612, si attesta sul miglior tempo dei rivali.

La lotta fra le LM P1 private al momento è appannaggio di Rebellion, che mette entrambe le sue R-One davanti alla CLM P1/01 del ByKolles. Alexandre Imperatori il migliore della categoria con 1.42.329.

Grande debutto finora anche delle Oreca 05 ribattezzate Alpine A460, che monopolizzano la prima fila virtuale della LM P2 con David Cheng e Gustavo Menezes, col cino-americano che ha fermato i cronometri sull’1.47.340. Terza piazza a sorpresa per la “vecchia” Gibson 015S-Nissan di Strakka Racing, ultima barchetta in gara, con Nick Leventis.

Tra le GT, iniziano forte anche le Ferrari 488 GTE, con Gianmaria Bruni migliore dei suoi con 1.57.808 davanti al compagno di squadra Sam Bird. Pierre Ragues porta sui tempi della rossa la Corvette C7 iscritta in GTE-Am da Larbre Competition. Hanno girato molto anche le nuove Ford GT, al momento a 7 decimi dalla vetta con il “solito” Oliver Pla.

Hanno girato in totale 26 delle 29 vetture presenti. Ferme ai box per ora tre Porsche: la 919 Hybrid #1, la 911 RSR in configurazione 2016 del Dempsey-Proton e l’altra 911 RSR iscritta da KCMG in GTE-Am.

Seconda sessione della giornata in programma a partire dalle 14.

Piero Lonardo

I risultati della Morning Session – Day 1


Stop&Go Communcation

Ferrari già al meglio in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/03/Porsche2-1024x681.jpg WEC – Prologue, Day 1, Morning Session: Porsche apre col botto, Toyota e Audi nascoste?