Mark Webber ha debuttato sulla nuova Porsche LMP1 presso il circuito di Portimão, in Portogallo. Il 37enne australiano ha avuto modo di assaggiare la nuova arma di Stoccarda per l’endurance grazie al nullaosta della Red Bull F1, che vantava un contratto per tutto il 2013.

Webber, che raggiungerà come noto gli altri piloti Timo Bernhard, Romain Dumas e Neel Jani, ha così commentato “il mio primo giorno in questo affascinante progetto è stata un’esperienza intensa. Ringrazio la Red Bull Racing per avermi dato l’opportunità di unirmi in anticipo al progetto. Questo è un passo molto importante per noi tutti e mi permetterà di integrarmi più velocemente con la squadra per contribuire a sviluppare ulteriormente la nuova LMP1. Abbiamo una lunga strada da percorrere e comporta, non ho dubbi, un duro lavoro.”

Sul ruolino di marcia di questo ultimo test per il 2013 c’erano soprattutto test sulle sospensioni e sulle gomme Michelin. In precedenza, è stato confermato che la squadra Porsche LMP1 ha svolto a Magny-Cours, a Monza, al Paul Ricard ed al Lausitzring.

Fritz Enzinger, capo del progetto Porsche LM P1 ha così commentato ”Dalla prima uscita di giugno abbiao fatto progressi significativi. Ogni chilometro è stato importante, nuovi dati per lo sviluppo. Il team ha lavorato duro e voglio ringraziarli per questo. I nostri sforzi continueranno immutati nel 2014. Fino alla partenza della stagione a Silverstone a metà aprile c’è ancora molto da fare”.

Finalmente informazioni anche in merito al numero di vetture che verranno iscritte al WEC ed alla dotazione tecnica.

M13_3677_fine

Porsche AG schiererà due nuove LMP1 nel World Endurance Championship (WEC).

La macchina porterà in gara una soluzione ibrida composta da un 4 cilindri a benzina ad iniezione diretta e due sistemi di recupero di energia. L’energia recuperata sarà immagazzinata in una batteria posta dietro il pilota. Un potente motore elettrico provvederà a fornire energia addizionale all’asse anteriore.

Anche se il regolamento del WEC limita sia la quantità di benzina che la quantità di energia elettrica disponibile, lo sviluppo di questo sistema ad alta efficienza avrà notevoli impatti positivi sulla produzione di serie Porsche.

Wolfgang Hatz, membro del consiglio esecutivo della ricerca e sviluppo della Porsche AG, ha infatti così terminato: ”Sapevamo che non sarebbe stato semplice ritornare al top dopo 16 anni. Ciononostante, i nostri sforzi nello sviluppare una Porsche LMP1 competitiva sono stati immensi. A questo punto, i nostri ingegneri a Weissach, i piloti e l’intera squadra hanno svolto un lavoro impressionante. Stiamo trovando nuovi approcci nello sviluppo, nell’implementazione e nell’applicazione delle tecnologie più efficienti. Questo porterà ad ulteriori miglioramenti nelle nostre vetture di produzione, di cui beneficeranno soprattutto i nostri clienti”.

Nessuna menzione purtroppo in merito ai rimanenti due posti liberi sulle nuove LM P1, i cui maggiori candidati, ricordiamo sono il neozelandese Brendon Hartley ed il tedesco Marc Lieb.

Piero Lonardo 


Stop&Go Communcation

Mark Webber ha debuttato sulla nuova Porsche LMP1 presso il circuito di Portimão, in Portogallo. Il 37enne australiano ha avuto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/12/M13_3679_fine.jpg WEC – Primo test per Mark Webber a Portimao sulla Porsche LM P1