Presentata oggi via internet la nuova Audi R18 versione 2016. Con il pilota Oliver Jarvis a fare da chaperon sono state ripercorse le tappe che hanno portato ad una completa ridefinizione del progetto che, dopo una luna striscia di successi, lo scorso anno ha dovuto cedere ai “cugini” Porsche, trionfatori nel World Endurance Championship e alla 24 Ore di Le Mans.

Rivisto il V6 4 litri TDI, ma anche e soprattutto il sistema di recupero dell’energia, passato da un sistema meccanico a volano ad uno completamente elettrico, azionato dall’asse anteriore, che consente un recupero di energia del 50% in più rispetto al suo predecessore, risultato questo ancor più importante in funzione delle nuove limitazioni di potenza richieste dalla FIA e dall’ACO alle vetture ibride per la prossima stagione. La nuova arma della casa dei quattro cerchi si attesterà nella categoria dei 6 MJ.

Audi2016-3

La nuova gestione delle batterie e in generale della distribuzione dei pesi ha comportato anche una completa ridefinizione dell’aerodinamica esterna, dove spicca sicuramente il muso più filante rispetto alle sue progenitrici, ma anche di quella inferiore, ottimizzata con l’obiettivo di massimizzare la downforce.

Attendiamo con ansia il debutto in pista, dopo le migliaia di km di test, da Sebring e Le Castellet, della nuova R18 2016 fra tre giorni, nel prologue WEC, dove giovedì verranno invece rivelate le nuove armi degli altri due costruttori, Porsche e Toyota.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Un nuovo sistema ibrido per raggiungere 6 MJ

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/03/Audi2016-2.jpg WEC – Presentata la nuova Audi R18 2016