Nell’ambito della 6 Ore del Nürburgring abbiamo avuto l’occasione di scambiare quattro chiacchiere con Pierre Kaffer, pilota del Team ByKolles nel WEC e con Risi Competizione nel Tudor USCC con la Ferrari F458 al fianco di Giancarlo Fisichella.

La CLM P1/01 AER è migliorata tantissimo dalle prime libere “Si, 8 decimi da ieri anche oggi, 4 da stamattina. In generale un continuo miglioramento sessione dopo sessione.”

Anche il nuovo pacchetto che avete portato qui al Nürburgring sembra dare i suoi frutti “Abbiamo portato un paio di step aerodinamici che paiono lavorare bene. Ora resta solo da verificare in gara. Sono comunque molto fiero dei progressi del team: hanno lavorato molto e questa per tutti noi è una grande motivazione.”

Fin qui nessun problema di rilievo. Siete molto più vicini alle Rebellion ora: il lavoro di Le Mans ha pagato? “Si, anche se a Le Mans è stata dura. Un peccato perché anche lì avevamo un nuovo step, ma purtroppo abbiamo avuto una serie di problemi di motore che ci hanno compromesso la gara. Per questo weekend abbiamo comunque un motore nuovo.”

ByKolles

Qui siete solo tu e Simon (Trummer) e state facendo entrambi un grande lavoro: è più difficile affrontare una 6 ore in due? “Beh, anche le GT si dividono in due (ride)… In realtà è anche più facile lavorare in due perché è più facile condividere le esperienze ed i set-up! Scherzi a parte, ci tengo molto a fare bene qui perché è la mia gara di casa”

Una parentesi sulle ultime due ultime gare del Tudor USCC. Ci hai fatto divertire contro le Porsche, ma è stata battaglia vera! “(gli occhi del pilota tedesco si sono illuminati ancor di più) Si, con Bamber c’è stato un contatto a Road America, invece in Virginia ci siamo toccati un paio di volte con Bergmeister allo start. In entrambi i casi è stato sicuramente un grande show. Io adoro veramente correre negli USA!”.

Ad Austin quindi doppio impegno? “Non è ancora sicuro al 100%… la precedenza però ce l’ha il programma con la Ferrari.”

Intervista raccolta da Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Ancora da confermare il doppio impegno ad Austin

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/08/Kaffer.jpg WEC – Pierre Kaffer ci racconta i progressi di ByKolles e non solo