Gianmaria Bruni e Toni Vilander hanno vinto, dominando, la 6 Ore di Spa in GTE-Pro con la Ferrari F458 AF Corse. Per il campione in carica GT WEC si tratta della seconda vittoria consecutiva sul circuito belga.

Parla Gimmi: “La nostra corsa è stata molto difficile perché a un certo punto l’Aston Martin ha effettuato uno stint doppio segnando dei tempi molto buoni ma, a parte questo io e Toni abbiamo vinto con 20” senza un pilota platinum (Bruno Senna – ndr), spingendo ad ogni stint, cambiando pneumatici ad ogni stint.”

Poi è la volta di Toni “E’ stata una bella rivincita dopo le difficoltà di Silverstone, ma sappiamo che a Le Mans non potremo prenderla alla leggera. Dobbiamo pensare proprio a quei doppi stint e analizzarli in funzione della “big race”. La pole position di ieri e la vittoria di oggi sono un sollievo: è stata una bella giornata per noi.”

Ancora su Bruni: Ti sentivi di avere un piccolo vantaggio sulle altre macchine? “Assolutamente no, anche perché l’altra Ferrari è arrivata terza. Sicuramente ieri però abbiamo lavorato molto bene per capire bene il comportamento di macchina e pneumatici.” La Porsche alla fine è arrivata seconda con la #92: secondo te si sono nascoste anche quest’anno in vista di Le Mans? “Può darsi, ma è difficile da dire. Noi abbiamo fatto la gara “a tutta”. Per le Mans vedremo. Speriamo di avere un meteo uniforme..”

Infine ancora una volta Toni. Ieri la pole position è stata ottenuta anche grazie ad una particolare strategia, utilizzando le gomme usate già rodate nel secondo stint: qualcosa di simile anche oggi? “Nessuna strategia particolare, solo una corsa tirata. Il duro lavoro di ieri con il meteo variabile comunque è stato veramente importante e utile per vincere oggi”.

Interviste raccolte da Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Bruin e Vilander ancora una volta superbi

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/05/BRUNITONIPODIO-1024x576.jpg WEC – Spa: Parlano i vincitori della GTE-Pro