Toyota conquista una nuova pole nell’edizione 2017 del World Endurance Championship con Josè Maria Lopez e Kamui Kobayashi, autori di una media di 1.38.118. Un grande soddisfazione per il campione WTCC in carica, dopo la botta di Silverstone e le delusioni di Le Mans.

Va detto che le due Porsche 919 Hybrid dotate ricordiamo del nuovo package aerodinamico ad alto carico, si sono limitate ad un giro per pilota e, a dispetto di ciò, si piazzano a meno di 2 decimi dalla vetta della classifica, con la #2 vincitrice nella Sarthe di Brendon Hartley e Timo Bernhard davanti a Neel Jani ed Andrè Lotterer, quest’ultimo autore del miglior giro assoluto. P4, a mezzo secondo dai comapgni di squadra, per Anthony Davidson e Kazuki Nakajima.

Pierre Thiriet e Ben Hanley conquistano la quarta pole consecutiva tra le LM P2 con l’Oreca del G-Drive e la media di 1.45.001. Dietro all’entry battente bandiera russa, che ricordiamo dovrà scontare 3’ di stop&hold in gara per il contatto nelle fasi iniziali dell’ultima Le Mans, la capolista della categoria, nonché seconda assoluta nella classica della Sarthe, di Oliver Jarvis e Thomas Laurent.

UPDATE: L’Oreca del G-Drive ha fallito le verifiche tecniche e per un consumo abnorme del pattino anteriore perde quindi la pole position conquistata in pista, che va all’altra Oreca del Jackie Chan di Oliver Jarvis, Thomas Laurent ed Ho-Pin Tung,

Seconda fila tutta Vaillante Rebellion, mentre si limita all’ordinaria amministrazione la Enso CLM del ByKolles in quella che potrebbe essere l’ultima gara stagionale del team, con il nostro Marco Bonanomi e Dominik Kraihamer a 2”5 dalla migliore LM P2.

Kevin Estre e Michael Christensen portano per la prima volta in pole la nuova Porsche 911 RSR in GTE-Pro con la media di 1.54.007 in una sessione caratterizzata da una robusta serie di giri veloci deletati dalla direzione gara, anche ai portacolori Ferrari, Davide Rigon ed Alessandro Pier Guidi, per track limits. La doppietta sfugge alla casa di Stoccarda grazie all’Aston Martin dei due danesi campioni in carica Nicki Thiim e Marco Sorensen.

Solamente P5 e P7 quindi alla fine per le due Ferrari AF Corse, con la #51 che viene rimontata anche dalla Ford di Andy Priaulx ed Harry Tincknell, nonostante la digressione dell’ex-BMW, out nelle prime fasi della sessione.

In GTE-Am infine, Pedro Lamy e Paul dalla Lana proseguono la striscia vincente in qualifica, che fin qui li vede imbattuti, con l’Aston Martin in versione 2016 e la media di 1.56.721, precedendo di 4 decimi la Porsche del Dempsey-Proton di Matteo Cairoli e Christian Ried. Bene anche la Ferrari Spirit of Race, che nonostante un’uscita da parte di Thomas Flohr va a segnare la terza media della categoria.

Lo start della 6 Ore del Nürburgring domenica alle 13.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Porsche, prima pole in GTE-Pro per la nuova 911 RSR

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/07/Toy7b-1024x683.jpg WEC – Nürburgring, Qualifiche: La Toyota non molla