Finalmente ritorna il WEC ritorna in pista per un appuntamento ufficiale, con la 6 Ore del Nürburgring, quarto round stagionale.

Sotto un cielo copertissimo che però ha scaricato solo una debole e passeggera pioggerellina si sono tenute le prime libere.

Le Porsche 919 Hybrid dominatrici di Le Mans, ritornate nella colorazione abituale bianca e con un notevole sviluppo aerodinamico, hanno subito segnato il passo con Mark Webber, ma il miglior crono è stato segnato dal “solito” Andrè Lotterer, che con la Audi R18 e-tron Quattro ha fissato le lancette sull’1’39.201, ben lontano comunque dai tempi, ancorchè non ufficiali, dei recenti test collettivi.

La casa di Stoccarda ha tentato nel finale di riprendersi la prima piazza, ma Neel Jani è arrivato a soli 76 millesimi dall’Audi #7. Più lontano a 7 decimi, Loic Duval sulla seconda R18, che a sua volta ha preceduto di un soffio Timo Bernhard sulla 919 Hybrid #17. Occorrono ben 2”6 per vedere la prima Toyota, con Stéphane Sarrazin.

Lontanissime le LM P1 non ibride, con best crono di Nick Heidfeld con la Rebellion R-One AER #12. Ha girato molto la CLM P1/01-AER del Team ByKolles, qui con un nuovo pacchetto aerodinamico, che però continua ancora a pagare un notevole gap.

Tra le LM P2, dominio delle due Ligier JS P2-Nissan del G-Drive, con Gustavo Yacaman e Sam Bird ad occupare le prime posizioni. 1.46.631 il tempo del “Tigrillo”, che lascia a ben 2”6 la Gibson 015S di Strakka Racing, terza. Alla sessione non ha partecipato la Morgan EVO-SARD del Team SARD Morand, bloccata ai box per motivi legali, che dovrebbe far debuttare Archie Hamilton al posto dell’annunciato Zoel Amberg. Pochi km, ma in questo caso solo per scelta della squadra, anche per l’Oreca 05 del KCMG vincitrice della categoria a Le Mans, e per le due Ligier dell’Extreme Speed.

Gianmaria Bruni ha già fissato l’asticella in GTE-Pro sull’1.55.661 con la Ferrari AF Corse, mentre Davide Rigon ha completato la doppietta, precedendo le due Porsche 911 RSR di Frederic Makowiecki e Richard Lietz. Lontane, anche a causa del nuovo BoP a valere da questa gara le Aston Martin con Richie Stanaway a oltre 1”6 dalla vetta.

Ferrari al top anche in GTE-Am con Rui Aguas, autore di 1.57.876 davanti a Pedro Lamy con la prima delle Aston. A seguire le due Porsche del Proton Racing con il vincitore di Le Mans Earl Bamber novità a sorpresa sulla #88 al fianco di Khaled Al Qubaisi e Christian Ried, e la Corvette Larbre con Paolo Ruberti.

Prossima sessione di libere nel pomeriggio a partire dalle 16.30.

Piero Lonardo

La classifica delle Libere 1 b


Stop&Go Communcation

Ferrari leader assoluta in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/08/Audi7.jpg WEC – Nürburgring, Libere 1: Lotterer impegna subito le Porsche