Inizia bene l’avventura della nuova versione ad altro carico aerodinamico delle Porsche LM P1. Timo Bernhard mette infatti la 919 Hybrid #2 vincitrice a Le Mans davanti a tutti nelle prime libere della 6 Ore del Nürburgring col tempo di 1.41.612.

Il campione 2015 ha sfruttato al meglio sin da subito il nuovo package, che debutta in questo quarto appuntamento del World Endurance Championship, lasciando la migliore delle due Toyota di Sebastien Buemi, a 2 decimi. Terza posizione per l’altra Porsche di Neel Jani, a precedere Mike Conway con la TS050-Hybrid #7.

Ha girato poco la Enso CLM del ByKolles, ancora una volta affidata anche al nostro Marco Bonanomi, che con Dominik Kraihamer si è portata a 7”4 dalla vetta della classifica, ma a livello di centro gruppo delle LM P2.

Nella categoria cadetta prototipi, in questo appuntamento tedesco falcidiata dalle assenze per la concomitante Formula E a New York, è Bruno Senna a svettare con l’Oreca brandizzata Vaillante Rebellion ed il tempo di 1.47.717 davanti alla vettura del G-Drive di Pierre Thiriet e all’esemplare del TDS con Mathieu Vaxivère al volante, distaccati di poco più di 6 decimi.

P4 per i trionfatori di Le Mans del DC Racing con Ho-Pin Tung, mentre l’unica Ligier presente del Tockwith Motorsports, termina a circa 4” con Nigel Moore. In previsione nuovi round WEC a Shanghai ed in Bahrain per la JSP217 con i colori Gulf.

Ferrari in evidenza in GTE-Pro, con Davide Rigon a guidare la classifica di categoria con la Ferrari #71 (nella foto), che per l’occasione dividerà con Toni Vilander. Il pilota veneto, autore di 1.57.160, precede di 137 millesimi la Porsche di Kevin Estre e di 3 decimi l’altra 488 GTE di Alessandro Pier Guidi.

Ancora colori italiani infine al top anche in GTE-Am, con Matteo Cairoli e Francesco Castellacci in vetta alla lista dei tempo con Porsche del Dempsey-Proton e la Ferrari Spirit of Race.

La sessione è stata interrotta con qualche minuto di anticipo per un incidente tra l’Oreca Rebellion di Julien Canal e la Porsche #77 con Marvin Dienst alla guida, cioè le due vetture in testa alle rispettive categorie.

La giornata prosegue col secondo turno di libere, sempre della durata di 90’, a partire dalle 16.15.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1


Stop&Go Communcation

I nostri portacolori subito al comando in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/07/Ferr71.jpg WEC – Nürburgring, Libere 1: La Porsche con la nuova aerodinamica inizia col passo giusto