Diffusa in questi giorni l’entry list provvisoria della 6 Ore di Shanghai, che apre la seconda metà della “super-Season” 2018/2019 del World Endurance Championship.

Diverse le novità per la tappa cinese: in primis l’assenza della Ginetta LM P1, che assai probabilmente non rivedremo prima di Spa 2019, nonostante gli sforzi del costruttore inglese, che come noto ha slegato la gestione in pista dal Manor CEFC.

Sempre nella classe maggiore, a dare la caccia alle Toyota, che dopo la doppietta del Fuji hanno allungato in classifica sulla concorrenza, ancora una volta le due Rebellion, le due BR1 a motore AER di SMP Racing, la Enso CLM del ByKolles e la seconda BR a motore Gibson del DragonSpeed.

Ancora incerto il nome del terzo pilota che affiancherà Oliver Webb e Tom Dillmann sulla vettura gestita da Manfedi Ravetto, sul prototipo made in Dallara con la livrea di Evil Knievel, non sarà invece della partita Henrik Hedman, che lascerà spazio ai pro Ben Hanley, James Allen e Renger van der Zande, reduce dalla vittoria all’ultima curva della Petit Le Mans.

Il team statunitense ha nel frattempo confermato la propria presenza alla 24 Ore di Daytona con una Oreca 07 LM P2 affidata ad Hedman, Hanley e Nicolas Lapierre. Ai sensi delle nuove regole del campionato statunitense, ai tre verrà affiancato un altro pilota silver o bronze ranked.

Nella combattutissima LM P2, con i due equipaggi del team di casa Jackie Chan DC Racing e l’Alpine Signatech racchiusi nello spazio di due soli punti, le uniche variazioni riguardano il Larbre Competition, che porterà la giovane promessa Enzo Guibbert al fianco dei due “regular” Erwin Creed e Romano Ricci, e Loic Duval, che riprenderà il proprio posto al TDS Racing dopo l’assenza al Fuji per la concomitanza col season finale del DTM.

L’adesione più importante riguarda però l’equipaggio della Corvette ufficiale iscritta in GTE-Pro, che per questo appuntamento one-shot sarà affidata ai veterani Oliver Gavin e Tommy Milner (nella foto), freschi del secondo posto tra le GTLM a Road Atlanta.

Sempre in GTE-Pro, sarà sempre Tom Blomqvist a sostituire Augusto Farfus, impegnato nel weekend a Macau, sulla BMW M8 GTE #82 insieme ad Antonio Felix da Costa.

Tra le GTE-Am infine, ritorna l’austriaco Thomas Preining sulla Porsche del Gulf Racing UK in luogo di Alex Davison, mentre è ancora TBA il terzo pilota che affiancherà Mattero Cairoli e Giorgio Roda sull’altra 911 RSR del Dempsey-Proton.

In attesa della definizione del BoP specifico, l’appuntamento è per venerdì 15 novembre alle 11 locali per le prime libere della 6 Ore di Shanghai.

Piero Lonardo

L’entry list di Shanghai


Stop&Go Communcation

Ancora niente Ginetta. Debutta Enzo Guibbert con la Ligier Larbre LM P2

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/10/PL55335-1024x682.jpg WEC – Milner e Gavin con la Corvette tra i 35 di Shanghai