Le temperature miti della mattinata favoriscono ancor più le due Porsche 919 Hybrid, che prendono il largo nella seconda sessione di prove libere della 6 Ore del Messico.

Brendon Hartley precede tutti col tempone di 1.25.007, a 3 soli decimi dalla miglior prestazione dell’Audi di Andrè Lotterer del 2016, relegando a quasi mezzo secondo il compagno di squadra Nick Tandy, autore della seconda migliore prestazione.

Ma è tutto il team diretto in pista da Fritz Enzinger a spadroneggiare sulle Toyota, con Josè Maria Lopez, sempre più a proprio agio sulla TS050-Hybrid, a 1”6 dal vincitore di Le Mans.

Ho-Pin Tung riporta in alto l’Oreca del Jackie Chan DC Racing in LM P2 col tempo di 1.33.390, davanti ad Alex Lynn con la entry del G-Drive e a Bruno Senna sulla migliore delle Vaillante Rebellion.

Le Aston Martin staccano a sorpresa il resto delle GTE-Pro, con i due danesi campioni in carica davanti a tutti, con Marco Sorensen (nella foto) unico a scendere, seppur di poco, sotto l’1’40” con 1.39.931. James Calado è il migliore degli inseguitori con la Ferrari AF Corse #51, a poco meno di 4 decimi.

Matteo Cairoli infine prosegue al meglio in GTE-Am con la Porsche del Dempsey-Proton e, in attesa della nuova RSR clienti a motore centrale per la prossima stagione, migliore di quasi un secondo il tempo di ieri con 1.41.536 e stacca di 4 decimi l’Aston Martin di Pedro Lamy.

A seguire nel pomeriggio messicana la terza ed ultima sessione di libere e le qualifiche, rispettivamente alle alle 13.45 e alle 17.50 ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 2


Stop&Go Communcation

Lopez, il migliore delle Toyota, a 1”6

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/09/Aston95.jpg WEC – Mexico, Libere 2: Hartley guida l’armata Porsche