Il primo turno di prove libere della 6 Ore del Messico riserva una prima sorpresa con le due Audi R18 davanti al lotto. Andrè Lotterer ha messo subito le mani avanti in inizio sessione per migliorarsi poco dopo con il miglior tempo di 1.26.705 davanti a Lucas di Grassi.

Il brasiliano si è piazzato a poco meno di due decimi, lasciandosi dietro le due Porsche 919 Hybrid con Brendon Hartley e Romain Dumas, comunque entrambi all’interno del mezzo secondo di distacco.

Per Toyota, dopo l’incidente della #6 di stamane, ha girato solo Kazuki Nakajima, piazzandosi 1”2 dalla vetta. Purtroppo un’altra tegola va a gravare sul costruttore giapponese, che dovrà fare a meno di Anthony Davidson. L’inglese, infortunatosi ad una costola durante test privati a Magny Cours, ha girato durante i test collettivi della mattinata, ma il team ha preferito non rischiarlo in vista di Austin, dove date le alte temperature previste, sarebbe poco sostenibile un equipaggio a tre. I meccanici Toyota contano di poter schierare nuovamente la TS050-Hybrid #6, che si sta ricostruendo intorno ad una nuova monoscocca, per le libere-3 di domattina.

Tra le LM P1 private, si profila un bel duello tra le uniche due partecipanti, la Rebellion #13 e la CLM del ByKolles, con Dominik Kraihamer, il migliore con 1.32.442 a precedere Oliver Webb di 7 decimi.

Richard Bradley con l’Oreca 05-Nissan del Manor, ha limato notevolmente la prestazione di stamane di René Rast, segnando il best crono tra le LM P2 con 1.36.755. A seguire altri due britannici, con Ryan Dalziel e la Ligier-Nissan #31 dell’Extreme Speed e Alex Brundle con l’Oreca del G-Drive. Solo P8 per i padroni di casa dell’RGR By Morand grazie a Filipe Albuquerque.

Nicki Thiim porta in alto l’Aston Martin in GTE-Pro, precedendo con il tempo di 1.40.685 James Calado con la migliore delle Ferrari AF Corse.

Porsche sugli scudi invece in GTE-Am grazie a Adam Carroll e Patrick Long, che piazzano un uno-due con le entry di Gulf Racing UK e Abu Dhabi-Proton Racing. Le due 911 RSR precedono l’Aston Martin di Mathias Lauda, che a partire da questa gara indosserà le gomme Michelin in luogo delle Dunlop, e Pierre Ragues con la Corvette Larbre.

Prossimo turno di libere, sempre della durata di 90’, alle 18.00 ora locale

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1


Stop&Go Communcation

Ancora un problema in casa Toyota: Davidson out per la gara

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/09/Audi7_WEC-1024x682.jpg WEC – Mexico, Libere 1: Audi davanti, Lotterer il più veloce