Sorprendente warm-up della 83ma 24 ore di Le Mans. Alla fine degli ultimi 45’ destinati al settaggio delle vetture per la gara, sono le tre Audi R18 e-tron quattro ad occupare i primi tre posti in classifica, scalzando le Porsche dominatrici delle qualifiche.

Davanti a tutti c’è la #9 di Filipe Albuquerque, Marco Bonanomi e René Rast, che il portoghese ha portato addirittura a 3.19.423, a seguire la #8 e la #7 del trio vincitore delle ultime due edizioni, Benoit Treluyer, Marcl fassler ed Andrè Lotterer.

Porsche ad inseguire, a oltre 3” dalla vetta, Toyota poco dietro. Bene le Rebellion, che pososno vantare una migliore economia dei consumi di carburante, con Nico Prost autore di 3.30.495. Molto più indietro la CLM P1/01 del Team ByKolles, mentre solo la Nissan GT-R LM Nismo #22 di Michael Krumm ha segnato giri cronometrati – peraltro a livello delle peggiori LM P2 – mentre gli altri due prototipi del costruttore nipponico si sono limitati ad in e out.

E’ sempre Aston davanti a tutti in GT, con Stefan Mucke 3.57.311 con l’art-car #97 in GTE-Pro, ma la Ferrari c’è, seconda a terza con Gianmaria Bruni e Davide Rigon. Quarta piazza per la Corvette residua grazie a Jordan Taylor. Klaus Bachler invece porta in alto la Porsche dell’Abu Dhabi-Proton Racing tra le Am con 3.59.456 davanti ad Emmanuel Collard con la Ferrari #83.

Purtroppo brutta disavventura per la Corvette Larbre, out ad Indianapolis con Gianluca Roda al volante. Pilota illeso ma partecipazione fortemente a rischio, con meccanici costretti subito agli straordinari.

Occhi puntati quindi su Marco Bonanomi, che alle 15 partirà dalla terza fila con l’Audi R18 e-tron quattro #19 e sulle Ferrari, sempre tra le favorite in GT. Gianmaria Bruni e James Calado starting tra le Pro, Emmanuel Collard, Andrea Bertolini, Matt Griffin e Jeff Segal fra le AM.

Piero Lonardo

I risultati del warm-up


Stop&Go Communcation

Occhi puntati su Bruni, Vilander e Fisichella in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/06/Bona--1024x681.jpg WEC – Le Mans, Warm-up: Il mattino della gara ci sono tre Audi davanti!