Scende la sera su Le Mans per la prima sessione di qualifica e calano come di consueto i tempi. Quasi subito è il solito Neel Jani a piazzare la zampata vincente con 3.19.733. Lontano come ovvio che sia dalla sua stessa pole 2015, ma di soli 3” nonostante le modifiche regolamentari.

Nella lista dei tempi è Timo Bernhard a seguire di mezzo secondo con l’altra 919 Hybrid, ma la sorpresa è rappresentata dalle due Toyota TS050-Hybrid, con Stèphane Sarrazin, fin qui il più veloce della pattuglia giapponese, a 1” dalla vetta, e Anthony Davidson a 2”2.

Più indietro le due Audi R18, con la #8 uscita solo nella seconda metà della sessione, ancora una volta davanti c’è Lucas di Grassi, che ha limato circa mezzo secondo al tempo del pomeriggio.

Anche Dominik Kraihamer ha migliorato la prestazione in casa Rebellion con 3.26.586 tra le P1 non ibride. Ai box la CLM del ByKolles, alle prese con le riparazioni dopo il principio di incendio del pomeriggio, unica fra le 60 vetture a non calcare la pista.

Le LM P2 sono tornate alle prestazioni della Journée Test, e Renè Rast ha messo tutti in fila con l’Oreca-Nissan del G-Drive ed il tempo di 3.36.605. A seguire, a oltre mezzo secondo, le due Alpine con Nelson Panciatici e Nicolas Lapierre.

Sorpresa invece tra le GTE-Pro, con le quattro Ford GT nella top five della categoria. Miglior tempo per Dirk Muller con la #68 del Team Ganassi USA e 3.51.185 davanti a Ryan Briscoe. Unico ad infrangere l’imprevisto dominio dell’ovale blu, Gianmaria Bruni, P3 a mezzo secondo dalla vetta. Da segnalare l’uscita di strada di Giancarlo Fisichella con la 488 GTE del Risi Competizione dopo circa 40’ dall’inizio della sessione, che ha comportato l’unica interruzione delle ostilità.

E’ sempre Rob Bell a primeggiare infine in GTE-Am con il tempo di 3.56.827. Dietro al pilota britannico, atteso al doppio impegno con la Road to Le Mans, l’Aston Martin di Pedro Lamy e la Ferrari AF Corse di Matt Griffin, rispettivamente a 3 e 7 decimi.

Giovedì in programma le altre due sessioni di qualifica di due ore ciascuna, alle 19 e alle 22, per assegnare la pole position della 84ma 24 Ore di Le Mans.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche 1


Stop&Go Communcation

Rast un missile tra le LM P2. Le Ford volano in GTE-Pro

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/06/Ford68-1024x682.jpg WEC – Le Mans, Qualifiche 1: Dietro le Porsche spuntano le Toyota