La giornata del venerdì a Le Mans è tradizionalmente dedicata alla parata nel centro cittadino. Durante la mattinata però si sono svolte, oltre alla presentazione della nuova Ford GT di cui abbiamo già scritto, le press conference dei quattro costruttori impegnati in LM P1.

Buona occasione per carpire lo stato d’animo di team e piloti. Paradossalmente si inizia dagli ultimi della fila, le Nissan, ancora ignari delle penalizzazioni che le porranno al fondo dello schieramento. Marc Genè, (nella foto, con il direttore del programma Nissan Darren Cox) disponibilissimo come sempre. “C’è molto da migliorare sul sistema ibrido, lo sapevamo, il programma prevedeva 8 MJ. Se il sistema di recupero, particolarmente in curva, non funziona a dovere, siamo costretti a fare molto fuel saving.”

“Dopo questo weekend – ha terminato il collaudatore Ferrari F1 – forse la squadra dovrà rivedere alcuni aspetti del progetto. Fortunatamente non il raffreddamento del piota, che invece funziona a dovere.Io dovrei tornare a guidare il prossimo anno.”

Toy_press2

Volti scuri in Toyota, dove la nuova TS040-Hybrid non ha nemmeno eguagliato le prestazioni del 2014. “Presto inizieremo gli sviluppi della nuova Toyota per il 2016. Ancora una volta il programma sarà improntato sulla perfomance e non sul numero di macchine.” ha affermato il nuovo presidente del team, Toshio Sato. “La nostra strategia in pista – ha terminato il progettista Pascal Vasselonsarà improntata sui 14 giri per cercare di mantenere il passo di Audi e Porsche, sfruttando l’affidabilità delle nostre vetture. Porsche dovrebbe riuscire infatti a farne 14”

Hartley_press

Grandi sorrisi infine in Porsche, dove è stata ufficialmente varata una nuova versione sorridente di Marc Lieb. “Mi sto abituando all’attenzione dei media, è vero”, al contrario di quanto supposto in Toyota, ci ha poi confermato che la strategia Porsche sarà basata sui 13 giri.

Veder sorridere Brendon Hartley invece non è difficile “Ci aspettavamo di essere veloci, ma non così tanto! Dopo i test abbiamo fatto un enorme passo avanti; pensavamo di arrivare sui 3.20 in prova, invece forse ci avvicineremo a quel tempo addirittura in gara.”

Audi_Press

In casa Audi infine presentazione in grande stile dedicata sostanzialmente alla nuova Audi R8 stradale e alla celebrazione del Grand Marshal della gara, Tom Kristensen, con presentazione del libro fotografico a lui dedicato, “The book”, con copia autografata in regalo al grande capo Audi Dr.Ullrich.

Il responso della pista alle 15 di domenica pomeriggio, dopo 24 ore di azione in pista.

Interviste raccolte da Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Toyota continuerà nel 2016. Genè il prossimo anno in pista

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/06/Genè_Pres-1024x682.jpg WEC – Le Mans, le impressioni della vigilia