Il Cetilar Villorba sta facendo di tutto per essere al via domani della sua seconda 24 ore di Le Mans. Volgono infatti verso il termine le riparazioni sulla Dallara LM P2 vittima di un duro incidente ieri pomeriggio nel corso della seconda sessione di qualifica, incidente che alla fine è emerso essere avuto al cedimento di una sospensione e non allo scoppio di un pneumatico come si sospettava inizialmente.

Come noto, Giorgio Sernagiotto, alla guida al momento del crash, non ha fortunatamente riportato conseguenze fisiche e salvo nuovi imprevisti potrà condurre sia nel warm-up ma soprattutto dalla 22ma piazzola della griglia di partenza il prototipo tricolore, per poi passare il testimone ai compagni di squadra Roberto Lacorte e Felipe Nasr.

Merito del team trevigiano, che dalla serata di ieri, nottata compresa, è stato impegnato – anche con l’aiuto del costruttore Dallara – a riparare i notevoli danni subiti.

“Questa mattina sono stati completati i lavori alla parte anteriore dell’auto – ha affermato il Team principal Raimondo Amadio – mentre il pomeriggio è dedicato al retrotreno, la trasmissione ed i particolari del telaio. Cetilar Villorba Corse non molla e continua a spingere, all’interno del box 9 di Le Mans.”

Piero Lonardo

La griglia di partenza della 86ma edizione 24 Ore di Le Mans


Stop&Go Communcation

Verso il termine le riparazioni sulla Dallara tricolore incidentata ieri pomeriggio

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/06/PL50167-1024x683.jpg WEC – Le Mans: Cetilar Villorba in lotta contro il tempo