Tutto pronto per il secondo appuntamento del World Endurance Championship, la 6 ore di Spa.

Saranno 34 le vetture a darsi battaglia sullo storico tracciato delle Ardenne. Ovviamente riflettori puntati su Audi e Porsche a fronte del risultato di Silverstone e della squalifica occorsa alla R18 2016 vincitrice in pista. Quest’anno come noto nessuna terza macchina per entrambi i costruttori, né qui né a Le Mans, in virtù delle restrizioni economiche del comune gruppo automobilistico tedesco.

Attesa ad un buon risultato dopo il secondo posto ottenuto nel season opener, anche la nuova Toyota TS050-Hybrid, in attesa dei lunghi rettilinei della Sarthe che dovrebbero esaltare le caratteristiche velocistiche del prototipo giapponese.

Immutati anche gli equipaggi delle tre LM P1 private, con la Rebellion #13 reduce dal primo podio assoluto.

Una new entry in più invece tra le LM P2, con G-Drive che schiererà la Gibson-Nissan vincitrice delle prima gara della serie europea. Nella compagine gestita da Simon Dolan, insieme al team principal e all’ex-F1 Giedo van der Garde, debutterà Jake Dennis al posto di Harry Tincknell impegnato con le Ford GT ufficiali.

Le ben 12 LM P2 daranno vita all’ennesima gara nella gara, con ben quattro costruttori impegnati (cinque considerando tale l’Alpine), Ricordiamo che a Silverstone la Ligier dell’RGR by Morand ha avuto la meglio sulla vettura gemella dell’Extreme Speed e sull’Oreca del G-Drive.

Attesissima la competizione anche fra le GTE-Pro. Alla luce del risultato a sorpresa di Laguna Seca, Ford pare aver scoperto le proprie carte prima di Le Mans. Staremo a vedere se le Ferrari, tradizionalmente a proprio agio sulla pista belga, sapranno ripetere la bella prova di Silverstone. Indecifrabili sin qui le Aston gommate Dunlop, mentre è da rivedere, dopo le disavventure di inizio gara, la Porsche del Dempsey-Proton del campione in carica Richard Lietz e del danese Michael Christensen.

Equipaggi immutati rispetto a Silverstone anche in GTE-Am. Anche qui Ferrari ed AF Corse debbono difendere il primo posto in classifica frutto della bella vittoria di Perrodo, Collard e Rui Aguas.

Inizio delle ostilità in pista giovedì 5 maggio alle 12.15 con le prime libere.

Piero Lonardo

L’entry list della 6 Ore di Spa


Stop&Go Communcation

G-Drive raddoppia in vista di Le Mans

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/05/grid2-1024x681.jpg WEC – L’Audi in cerca di rivincita a Spa